EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

162.187
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

BENESSERE PSICOLOGICO: i 6 tratti delle persone felici (e come svilupparli)

2K Condivisioni

Cosa c’è alla base del nostro benessere psicologico? Salute? Ricchezza? Amore? Sì e no. Secondo i ricercatori sono 6 le caratteristiche chiave condivise dalle persone felici ed alcune potrebbero sorprenderti.

benessere psicologico

“Il benessere psicologico è la vera ricchezza”.

L. G. Akita.

Ho deciso di dedicare il primo articolo del 2018 al benessere, per la precisione al benessere psicologico. E non è un caso.

Su EfficaceMente ti ho spesso parlato di resilienza, tigna, forza di volontà accettazione del disagio. Saper infatti affrontare questo viaggio chiamato vita, nonostante le burrasche, è un’attitudine preziosissima.

La vita però non è un’interminabile gara di resistenza.

Dobbiamo imparare a prenderci cura anche del nostro benessere psicologico, altrimenti il rischio è quello di ritrovarci infelici anche dopo aver realizzato i nostri sogni più ambiziosi: e questo, lasciamelo dire, sarebbe un vero e proprio incubo.

Ma come si raggiunge il benessere psicologico? Esiste qualche formula magica?

Più o meno… ;-)

La scala Ryff del benessere psicologico

Negli ultimi 20 anni Corole Diane Ryff, Professoressa di Psicologia presso l’Università del Wisconsin, ha cercato di capire insieme al proprio team di ricercatori quali elementi fossero in grado di aumentare concretamente il benessere psicologico, la soddisfazione e la felicità delle persone.

E i risultati a cui è giunto il team di ricerca sono estremamente interessanti.

Prima di parlartene però, chiariamo un punto: cosa significa benessere psicologico?

benessere-psicologico-aristotele

Per la Prof.ssa Ryff il benessere psicologico non va confuso con la mera ricerca del piacere o con la semplice soddisfazione dei nostri desideri.

Secondo la studiosa americana, il benessere psicologico si rifà piuttosto al concetto greco di eudaimonia.

Nello specifico, nei suoi studi la Ryff ha preso come riferimento la definizione aristotelica di eudaimonia:

La ricerca dell’eudaimonia consiste nel coltivare le attività virtuose, ovvero quelle attività in grado di tirar fuori il meglio di noi stessi.

L’eudoimonia racchiude dunque in sé i due imperativi per eccellenza dell’antica filosofia greca: conosci te stesso (gnōthi seautón), ovvero riconosci ed accetta i tuoi limiti e le tue fragilità, e diventa ciò che sei (ghénoi’ oios essì mathòn), ovvero coltiva quotidianamente il potenziale insito in te.

Ok, chiarito questo punto, andiamo a vedere quali sono i 6 elementi che possono contribuire al tuo benessere psicologico!

1. Coltiva la tua indipendenza

Ti preoccupi spesso di quello che gli altri pensano di te? Le pressioni sociali tendono ad influenzare le tue decisioni e i tuoi pensieri? Hai continuamente paura di deludere le aspettative dei tuoi familiari o delle altre persone?

Ecco, se hai annuito almeno una volta leggendo queste domande, ho una brutta notizia per te: cercare di far sempre contenti gli altri è la ricetta perfetta per l’infelicità.

Il primo tratto fondamentale che condividono le persone che godono di benessere psicologico è l’autonomia di pensiero e di azione.

Impara a pensare con la tua testa.
Fregatene del giudizio degli altri e agisci solo in conformità con i tuoi valori.
Vivi la tua vita e non quella che gli altri hanno progettato per te.

Approfondimenti

2. Sii padrone del tuo ambiente

benessere-psicologico-ambiente

Avere l’abilità di controllare l’ambiente circostante è il secondo fattore che contribuisce al nostro benessere psicologico.

Ma cosa significa “controllare il nostro ambiente“? Dobbiamo forse essere degli ingegneri ambientali?!

Con questa espressione la Prof.ssa Ryff indica la capacità di dominare con sicurezza le situazioni, che siano esse relative al nostro contesto lavorativo o personale.

Insomma siamo felici e soddisfatti di noi stessi quando siamo in grado di ottenere risultati concreti nella nostra carriera e nella nostra vita; quando cogliamo le opportunità al volo e soddisfiamo i nostri bisogni rispettando i nostri valori.

In parole povere? Quando ci diamo degli obiettivi e li raggiungiamo grazie alla nostra determinazione!

Approfondimenti

3. Lavora quotidianamente sulla tua crescita personale

benessere-psicologico-crescita-personale

Sai cosa succede ad un muscolo che non viene utilizzato? Si atrofizza...

È un po’ la stessa cosa che può accadere alla nostra vita: se non la “utilizziamo”, si atrofizza.

Vivere significa crescere, significa lavorare continuamente su noi stessi, significa affrontare nuove esperienze.

Nel momento in cui smettiamo di farlo, il nostro benessere psicologico ne risente.

Qualsiasi sia la tua età, qualsiasi sia il tuo passato, qualsiasi siano le tue origini, oggi può essere l’inizio del tuo percorso di crescita personale, un sentiero verso il miglioramento continuo fatto di nuove aspirazioni ed impegno quotidiano.

Non smettere mai di crescere. Non smettere mai porti nuove mete. Non smettere mai di entusiasmarti per la vita.

Approfondimenti

4. Crea relazioni di qualità con gli altri

benessere-psicologico-relazioni

Come abbiamo visto, il primo tratto fondamentale delle persone felici è l’indipendenza (di pensiero e di azione).

Essere indipendenti però non significa essere str**zi o asociali!

L’esatto contrario. Dobbiamo imparare ad essere individui completi, a proprio agio con gli altri.

Per la nostra felicità è dunque importante investire nella creazione di legami di qualità, stabili e duraturi, sia in termini di amicizie, sia in termini di relazioni amorose.

Insomma: fiducia, rispetto, affetto, intimità, empatia e amore sono ingredienti fondamentali per il nostro benessere psicologico.

Approfondimenti

5. Trova lo scopo della tua vita

benessere-psicologico-scopo-della-vita

“I due giorni più importanti della tua vita sono il giorno in cui sei nato e il giorno in cui scoprirai il perché.”

Mark Twain.

Se non abbiamo una direzione verso cui tendere, difficilmente troveremo la felicità nella nostra vita.

Ricercare il nostro scopo nella vita deve essere quindi per noi una priorità assoluta.

Ma è proprio su questa ricerca che molte persone fanno confusione:

  • C’è chi si aspetta che lo scopo gli venga comunicato magicamente tramite posta prioritaria.
  • C’è chi si limita a fantasticare su cosa gli piacerebbe fare nella vita, comodamente seduto su un divano (nella pausa tra il secondo e il terzo episodio di Stranger Things).
  • C’è chi infine la domanda neanche se la pone, vivendo la propria vita un sabato sera alla volta.

Ecco, non funziona proprio così.

Non è che un misterioso messaggero un giorno busserà alla tua porta e ti svelerà finalmente qual è la tua missione sulla terra; se ti ritrovi uno sconosciuto fuori dal portone di casa, al massimo vuole venderti una nuova tariffa elettrica.

Per trovare davvero il tuo scopo nella vita, devi andare a cercartelo.

Devi sporcarti le mani, provare lavori nuovi, vivere in paesi diversi, leggere libri e biografie non consueti.

È solo offrendo al tuo cervello nuovi stimoli e nuove esperienze che un giorno riuscirai ad unire i puntini e trovare la tua strada.

Nel frattempo però, ecco qualche utile approfondimento…

Approfondimenti

6. Impara ad accettare te stesso

Ultimo ma non ultimo: impara ad accettare te stesso.

Non può esserci benessere psicologico senza l’accettazione di sé.

Accettare sé stessi…

Significa imparare ad amare sia i nostri pregi, sia i nostri difetti.
Significa far pace con il nostro passato.
Significa essere… “cheerleader di sé stessi” e saper fare il tifo per la “squadra di casa”.

Ps. Molto importante: mai confondere l’accettazione con la rassegnazione. Ho spiegato la differenza in questo video che trovi sul canale YouTube di EfficaceMente:

Approfondimenti

E adesso? Testa il tuo attuale livello di benessere psicologico

Ok, a quanto pare questo benessere psicologico bisogna sudarselo!

Cercare di migliorare tutti e 6 questi aspetti in contemporanea sarebbe un errore madornale. Motivo per cui ho pensato di proporre ai lettori di EfficaceMente il test originale ideato dalla Prof. Ryff per misurare il benessere psicologico.

Grazie al test (che abbiamo tradotto) potrai individuare rapidamente in quali di queste 6 aree te la stai cavando abbastanza bene e in quali invece è il caso di apportare dei cambiamenti!

Puoi andare subito al test cliccando il pulsante arancione qui sotto:

VAI AL TEST 》

Noi ci rileggiamo lunedì prossimo con gli iscritti alla newsletter.

2K Condivisioni

Problemi con gli Esami?

Iscriviti alla Newsletter e scarica gli estratti delle mie Guide

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Potrai scaricare a gratise gli estratti delle mie Guide. In esclusiva per te, anche le Pillole di Efficacia: strategie rapide di Crescita Personale.

VOGLIO ISCRIVERMI 》
Già 162187 iscritti
Sarai dei nostri?

27 Commenti. Lascia un Commento!

  1. Avatar di Edoardo Tirati

    Edoardo Tirati

    ha detto:

    complimenti! Uno dei post che mi è piaciuto di più… edoardo

    Rispondi
  2. Avatar di Angela Solomita

    Angela Solomita

    ha detto:

    Quando leggevo i tuoi articoli mi domandavo sempre: va bene, la determinazione, focalizzarsi sui propri obiettivi e via discorrendo, ma se il mio passato o altre mie problematiche mi annebbiano la mente ed il cervello, come fare per essere più efficaci? Grazie per aver dato spazio ad un argomento importantissimo ma spesso sottovalutato.

    Rispondi
    • Avatar di Andrea Giuliodori

      EfficaceMente è un progetto focalizzato su aspetti specifici, non ha la pretesa di abbracciare tutte le esigenze a 360°, ma è giusto ogni tanto ricordare che c’è ben altro oltre ai singoli obiettivi.

      Rispondi
  3. Avatar di Francesco

    Francesco

    ha detto:

    Risultati:…… 29/30 su tutte le sezioni. Beh fatemi cantare “una vita da mediano” ;-)

    Rispondi
  4. Avatar di outsidergeek

    outsidergeek

    ha detto:

    Probabilmente doveva essere il primo articolo da scrivere su un blog come questo.Gli obiettivi non valgono a nulla se non si è felici. Né la felicità si raggiunge solo con gli obiettivi o semplicemente imparando ad essere “efficaci”. C’è molto di più.

    Rispondi
    • Avatar di Andrea Giuliodori

      Il 4° articolo che ho scritto in assoluto per EfficaceMente è dedicato proprio alla felicità :)

      Rispondi
  5. Avatar di Giuliana Cantelli

    Giuliana Cantelli

    ha detto:

    È normale che in “crescita personale” abbia fatto 48 su 42? In ogni caso la parte più debole rimane l’autostima, sigh, ma devo dire che ultimamente mi ha dato una bella sferzata l’esempio del funerale di cui parla Jeff Olson in The Slight Edge :D
    Buona settimana a tutti!

    Rispondi
  6. Mostra altri commenti

Lascia un Commento!

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide