2 min

Ciao, buon lunedì.

La settimana scorsa abbiamo parlato di antifragilità e dei 5 principi per diventare antifragile.

Uno dei preferiti dei lettori è stato il quinto:

“Invece di cercare di essere brillante, evita di essere stupido“.

Ma come possiamo tradurre questo principio nella pratica?

Usando gli anti-obiettivi.

La maggioranza delle persone quando vuole realizzare un determinato obiettivo, inizia a pensare a cosa dovrebbe aggiungere nella propria vita:

“Magari… dovrei alzarmi all’alba.”
“Magari… dovrei provare quella dieta di cui parlano tutti.”
“Magari… dovrei scaricare quell’app di meditazione.”
“Magari…”

Il problema è che aggiungere nuove attività ed impegni alle nostre vite (già belle incasinate) non funziona quasi mai.

Ed è così che i nostri buoni propositi vanno a farsi benedire dopo neanche qualche settimana.

Una soluzione molto più efficace consiste dunque nell’utilizzare degli anti-obiettivi.

In altre parole, invece di chiederci cosa possiamo aggiungere nella nostra vita per ottenere un determinato risultato, dovremmo chiederci cosa possiamo togliere.

Vuoi essere più produttivo nello studio e nel lavoro?

Ancor prima di adottare un sofisticato sistema di time management, chiediti quali cattive abitudini ti stanno succhiando tempo inutilmente.

Vuoi tornare in forma?

Ancor prima di iniziare quel programma di allenamento delle star di Hollywood, chiediti come ridurre tutte quelle ore che passi seduto.

Vuoi aumentare i tuoi profitti?

Ancor prima di aggiungere nuovi prodotti, nuovi servizi e nuovi clienti, chiediti quali colli di bottiglia aziendali ti stanno costando tempo e soldi, e come puoi eliminarli.

Detto questo, nella tua vita non potrai darti sempre e solo degli anti-obiettivi, ma chiederti cosa puoi smettere di fare è spesso la via più immediata per iniziare ad ottenere risultati concreti.

Se poi in questo momento il problema è ancora più a monte, ovvero non ti è chiaro cosa desideri davvero ottenere, ma senti comunque che qualcosa nella tua vita deve cambiare (soprattutto dopo questo 2020)…

…allora dobbiamo fare un lavoro un po’ più approfondito.

Ogni anno, a partire dal 1° dicembre, metto a disposizione di tutti i lettori di EfficaceMente le prime 31 sfide del corso 365 – Un anno epico.

Queste 31 sfide, che anticipano il corso annuale, prevedono una serie di esercizi pratici che ti guideranno passo passo nel definire un’immagine cristallina del futuro ideale che vuoi realizzare e del futuro disastroso che vuoi evitare.

Al termine del mese di dicembre sarai inoltre arrivato a definire una lista specifica di obiettivi per i 12 mesi successivi, ma soprattutto avrai indagato a fondo le motivazioni alla base di questi obiettivi, e saprai su quali nuovi comportamenti focalizzarti e quali invece abbandonare.

testimonianza pre-corso

Se vuoi scoprire di più sul corso avanzato annuale di 365 – Un anno Epico ti consiglio di dare un’occhiata nella sezione “Corsi” del blog, li troverai tutte le informazioni utili.

A lunedì prossimo,

Andrea Giuliodori.

Registrati gratis per continuare a leggere. Iscrivendoti riceverai anche l’esclusiva newsletter del lunedì di EfficaceMente

Altri lettori trovano interessante