EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

166.568
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

Come avere giornate di 48 ore

Avatar di Andrea Giuliodori di Andrea Giuliodori Home » Gestione del tempo 70 commenti

5 strategie per gestire il tuo tempo EfficaceMente ed avere giornate di 48 ore.

Come avere giornate di 48 ore

“La cattiva notizia è che il tempo vola. Quella buona è che tu sei il pilota.”

M. Altshuler.

Avrei bisogno di giornate di 48 ore!

Se potessi avere 1€ ogni volta che sento (penso) questa frase sarei già milionario. Che si tratti di preparare quel maledetto esame universitario, completare il report di lavoro o “semplicemente” conquistare il mondo, siamo quasi sempre in debito di tempo. Ci sono giornate, settimane, mesi in cui ci sentiamo letteralmente sommersi dagli impegni e le classiche 24 ore sembrano non bastarci mai. Cosa fare?

Totò definiva la morte ‘a livella, in grado di eliminare qualsiasi disuguaglianza tra ricchi e poveri. A me piace pensare al tempo come ‘a livella. Amministratori Delegati ed Impiegati, Industriali ed Operai, Milionari e Squattrinati dispongono tutti di 24 ore al giorno: non un minuto in più, non un minuto in meno. A fare la differenza è il modo in cui decidiamo di investire il nostro tempo. In questo articolo vorrei condividere con te le 5 strategie di gestione del tempo che si sono recentemente dimostrate per me più efficaci. Ma prima voglio raccontarti una storiella…

La Banca del Tempo

Qualche settimana fa, tra le foto, le citazioni e i link che posto quotidianamente sulla pagina Facebook di EfficaceMente, ho condiviso una storiella che ha avuto particolare successo: la Banca del Tempo.

Immagina di avere un conto in banca sul quale ogni mattina vengono accreditati 86.400€. Ogni sera la banca cancella da quello stesso conto qualsiasi cifra tu non sia riuscito a spendere durante il giorno. Cosa faresti con quei 86.400€ giornalieri? Non li spenderesti forse fino all’ultimo centesimo? In realtà tu già disponi di un conto “bancario” simile: si chiama Tempo. Ogni giorno ti vengono accreditati 86.400 secondi. A mezzanotte in punto puoi considerare perso qualsiasi ammontare tu non abbia investito saggiamente durante la giornata. Non puoi andare in rosso e non puoi accumulare tempo. Non puoi chiedere anticipi o dilazioni di pagamento. Devi vivere nel presente. Investi quei 86.400 secondi in salute, felicità e successo. L’orologio non si ferma, va sempre avanti. Non sprecare questa giornata.

Ti è piaciuta? Mi auguro ti aiuti ad avere più consapevolezza di quello che è il valore del tempo; ne avrai bisogno per applicare al meglio le strategie di time management che sto per proporti.

5 strategie per avere giornate di 48 ore

Te la ricordi questa tabellina del tempo? Io me la riguardo ogni volta che mi metto a frignare per aver troppo poco tempo: è una scusa, una scusa come tante. Più sprechiamo il nostro tempo e più ci lagniamo di quanto poco tempo abbiamo.

“Quelli che fanno il peggior uso del loro tempo sono i primi a lamentarsi della sua brevità.”

J. Bruyère.

Per avere giornate di 48 ore dobbiamo innanzitutto comprendere che la responsabilità di come investiamo quei 86.400 secondi è nostra. Sempre e comunque. Non c’è scelta che hai preso, stai prendendo o prenderai che non influenzerà il modo in cui spenderai le tue giornate. Queste 5 strategie ti aiuteranno a “spendere” il tuo tempo… EfficaceMente:

  1. Sfrutta il ritmo ultradiano. Grandi novità! Oggi ti risparmio la tecnica del pomodoro e ti suggerisco invece la tecnica del melone! C’è un numerino magico che sembra contraddistinguere la biologia umana, questo numero è 90 minuti. Ormai quasi 50 anni fa, il ricercatore Nathaniel Kleitman scoprì che durante la notte tendiamo a dormire in cicli di 90 minuti. Kleitman evidenziò inoltre come questi cicli di 90 minuti caratterizzino non solo le nostre nottate, ma anche le nostre giornate, ovvero il nostro ritmo ultradiano. Se vuoi gestire il tuo tempo in modo efficace, impara a lavorare/studiare in cicli di 90 minuti senza interruzioni e poi stacca per 15-30 minuti. Quindi André la tecnica del pomodoro che mi hai sempre consigliato è sbagliata?! Mettiamola così: visto che oggi la nostra capacità di attenzione è di circa 30 secondi (quando va bene), inizia con l’utilizzare i cicli di 25 minuti di studio/lavoro e 5 minuti di pausa suggeriti dalla tecnica del pomodoro e poi potrai passare al livello “professionistico” con quella che io chiamo la tecnica del melone, ovvero i cicli ultradiani da 90 minuti.
  2. Bevi. No, non birra -.-“. L’idratazione (ovvero bere acqua) è fondamentale per la nostra concentrazione e senza il giusto focus potremmo rischiare di perdere ore per attività che richiedono pochi minuti. La tua capacità di attenzione è come una piantina di cui prendersi cura: se non la innaffi, muore. Se in generale hai difficoltà a trovare e ritrovare la concentrazione, ti consiglio di sperimentare almeno una di queste 5 tecniche.
  3. Fai lo snob. André, tutto bene?! Che c’entra l’essere snob con le tecniche di gestione del tempo?! Mi considero una persona tollerante, ma se c’è qualcosa che davvero non sopporto sono le vecchiette che fanno la spesa al supermercato il sabato pomeriggio! Cara vecchietta… perché intasi la fila alla cassa il sabato pomeriggio, quando hai a disposizione tutta la settimana per fare la spesa?! Scherzi a parte, hai mai pensato a quanto tempo sprechi per voler fare determinate attività nei giorni e negli orari di punta? Ok, a volte siamo costretti a farlo, ma molte altre volte si tratta di una semplice abitudine rafforzata nel tempo (vedi vecchietta). Perché non provi a reimmaginare la tua agenda settimanale? Smettila di seguire il gregge: fai lo snob ;-)
  4. Delega come se non ci fosse un domani. Robin Sharma, autore de “Il monaco che vendette la sua Ferrari“, parla spesso della “Zona Picasso“, ovvero l’insieme di quelle attività in cui siamo dei veri e propri artisti e che ci permetteranno di esprimere il nostro potenziale da qui a 5 anni. Bene, se vuoi avere giornate di 48 ore, devi focalizzarti esclusivamente sulla tua “Zona Picasso” ed eliminare o delegare tutto il resto. Spesso infatti le nostre giornate ci appaiono maledettamente corte, non perché abbiamo troppe cose da fare, ma perché facciamo troppe cose sbagliate. Quali sono quelle attività davvero importanti per la tua vita e la tua professione? Quanto tempo ci dedichi ogni giorno? Quanto tempo sprechi invece in compiti routinari o che avranno solo un ruolo marginale nel raggiungimento dei tuoi obiettivi? Non è che sei un maniaco del controllo? Sicuro che non ci sia nessun altro che potrebbe fare quel lavoro al tuo posto? Ehi, qui non stiamo parlando di scaricabarile, ma di delega. Se riesci a dare fiducia e a formare 10 validi collaboratori, virtual assistant, colleghi, freelance, etc. in una giornata di 8 ore lavorative realizzerai ciò che da solo ti richiederebbe 80 ore (2 settimane di lavoro). Io ci farei un pensierino.
  5. Usa una to-don’t list. Sono da sempre un grande fan delle to-do list, le liste di cose da fare: ci aiutano a mettere nero su bianco i nostri impegni non ancora completati, evitando che la nostra mente continui a pensarci senza sosta a causa dell’effetto Zeigarnik. Esiste però un altro tipo di lista, fondamentale per una gestione efficace del tempo: la to-don’t list, ovvero la lista delle cose da non fare. Pensaci solo per un attimo: se butti le tue giornate nel ces..to è sempre per via di quelle 2-3 attività succhia-tempo: Facebook, Whatsapp, Posta elettronica, siti di Meme o news online, App di giochi (il numerino 2048 ti dice nulla?! Beccato…). Prova a mettere per iscritto quali sono quelle 3 attività senza le quali le tue giornate sarebbero decisamente più produttive. Non siamo automi! Nessuno ti dice che devi eliminarle per sempre dalla tua vita: un po’ di sano cazzeggio non ha mai ucciso nessuno! Ti chiedo solo di provare a ritagliarti 2-3-4 ore al mattino in cui le attività della tua to-don’t list sono assolutamente vietate: tentar non nuoce. Ti assicuro che potresti sorprenderti di quanto più ricche e soddisfacenti si riveleranno le tue giornate.

“Efficienza significa fare le cose nel modo giusto. Efficacia significa fare le cose giuste.”

P. F. Drucker.

Allora, cosa ne pensi? Quali sono le tue tecniche di produttività personale preferite? Se ti va, condividile nei commenti ;-)

Post scriptum

Il contest per vincere un biglietto premio per il seminario di David Allen in Italia è terminato. Vorrei ringraziare singolarmente tutti quelli che hanno partecipato, proponendo nei commenti il loro titolo per la mia nuova guida sull’autostima. Grazie!

Buona settimana, Andrea.

Foto di eflon

Rimandi sempre tutto a domani?

Iscriviti alla newsletter e scarica l'estratto di Start! La guida per smettere di procrastinare

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Subito in omaggio per te l'estratto di Start! la guida pratica per sconfiggere la procrastinazione.

INVIAMI L'ESTRATTO 》
Già 166568 iscritti
Sarai dei nostri?

70 Commenti. Lascia un Commento!

  1. Avatar di Claudio

    Claudio

    ha detto:

    “Io valgo… sicuramente!”

    Rispondi
  2. Avatar di miriam

    miriam

    ha detto:

    My name is Confident…Self-Confident!

    Rispondi
  3. Avatar di Barbara Penolazzi

    Barbara Penolazzi

    ha detto:

    “STìMATI!”
    (NB:con l’accento sulla “I”, anzichè sulla “A” com’ è più frequente, diventa un imperativo che in alcuni dialetti del nord ha anche il significato di godere di qualcosa…)

    Rispondi
    • Avatar di Ren

      Ren

      ha detto:

      Da noi vuol dire: “Vanne fiero! Vantati!”, spesso utilizzato in senso ironico.
      Dal ferrarese.

      Rispondi
  4. Avatar di Battistina Bozza

    Battistina Bozza

    ha detto:

    Sono unico e irripetibile, amato, stra amato….. Il nostro stesso Creatore ha sofferto per ciascuno di noi fino a morire sulla Croce…. Se pensi a quanto sei amato …. Piangerai di gioia…

    Rispondi
  5. Avatar di anna

    anna

    ha detto:

    L’IO

    Rispondi
    • Avatar di Andrea

      Molto minimal… bello :-)
      Se hai un account Facebook Anna, lasciami pure il commento più sotto, così che gli altri lettori possano votarti.

      Andrea.

      Rispondi
  6. Mostra altri commenti

Lascia un Commento!

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide