8
9 min

Ti vedo. E soprattutto ti sento.

Stai aprendo questo articolo abbandonato sulla sedia della tua scrivania, con la testa pesante, una gran voglia di niente e contemporaneamente il pensiero ossessivo di tutte le cose da fare che ti dà un filo d’angoscia e non ti permette di concentrarti.

Fuochino?!

Già.

Siamo esseri umani perennemente stressati, perennemente connessi, perennemente confusi da un mare di stimoli diversi, e, quindi, perennemente e profondamente stanchi.

Ma stanchi dentro.

Tant’è vero che quasi ogni volta che parlo con una persona, a prescindere da età, lavoro e condizione personale, a un certo punto salta fuori la questione del:

“Se solo fossi meno stanco…”

Ed è qui che arriva questo nuovo articolo dedicato ai +Efficaci sul “come riposare” EfficaceMente.

Perché non è vero che basta mangiare bene e dormire a sufficienza per sentirsi riposati.

Esistono infatti ben quattro tipologie di riposo di cui tutti noi abbiamo bisogno per rigenerarci davvero:

  1. Il riposo fisico.
  2. Il riposo mentale.
  3. Il riposo relazionale.
  4. Il riposo emotivo.

Partiamo dal riposo fisico, quello più scontato… o forse no?

Riposo fisico: no, non è solo questione di buon sonno

Certo, se fai le ore piccole o

Diventa +Efficace.

Questo articolo è riservato ai nostri utenti premium. Scopri come accedere e tutte le altre funzionalità extra.