2
10 min

In questo articolo parleremo della paura di quello che pensano gli altri, ma soprattutto trarremo ispirazione dalla letteratura per superarla.

Ti capita di non fare delle scelte perché in disaccordo con quelle del tuo partner o della tua famiglia?

Sul lavoro ti vengono delle idee particolarmente originali ma eviti di proporle perché non vuoi correre il pericolo di sentirti giudicato dai tuoi colleghi?

Ti piacerebbe scegliere uno stile diverso dai dettami della moda ma poi finisci per vestirti come al solito, per non farti notare troppo?

Se queste situazioni ti sono familiari, allora sappi che sei caduto in un errore che accomuna la maggioranza delle persone: ti preoccupi troppo di quello che pensano gli altri.

Una paura che non si addice proprio ad un +Efficace. Scopriamo come liberarcene!

Perché ti preoccupi di quello che pensano gli altri?

È una cosa che capita spesso, fin da bambini: c’è un gruppo a cui teniamo, quello degli amici, dei compagni di classe, della squadra dove giochiamo, che apprezza qualcosa, o sceglie di fare qualcosa, e noi invece la pensiamo in tutt’altra maniera.

Però, per paura che ci escludano o prendano in giro, ci adattiamo e uniformiamo la nostra volont

Diventa +Efficace.

Questo articolo è riservato ai nostri utenti premium. Scopri come accedere e tutte le altre funzionalità extra.