EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

109.646
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

Procrastinare: una guida pratica per smettere

Start! La prima guida del Blog EfficaceMente per smettere di procrastinare.

smettere di procrastinare

“Ci sono milioni di modi per sprecare tempo, ma non ne esiste neanche uno per averlo indietro.”

Tom DeMarco.

Ci siamo! Dopo averti fatto un pippone per quasi 9 mesi sulla mia prima guida, oggi ho finalmente pubblicato la pagina di vendita di “Start! La guida pratica per sconfiggere la procrastinazione“.

Con calma eh Andre! Non è che hai… procrastinato un po’ troppo?!

Ti avevo promesso che per la mia prima pubblicazione avrei realizzato qualcosa di diverso dalle tante guide presenti in rete: non so tu, ma io ne ho le spalle piene di quei manualetti con informazioni copia-incollate di scarso valore, che vengono realizzati come in una catena di montaggio. Questa non è la mia visione di crescita personale.

Per questo motivo, negli ultimi 9 mesi, ho dedicato gran parte del mio tempo libero a curare nei minimi dettagli “Start!“: dalla bibliografia scientifica a supporto delle strategie proposte, alla cura dell’impaginazione, dalla strutturazione dei capitoli, alla realizzazione di schemi e grafici. Ogni dettaglio di Start! è studiato per farti raggiungere un obiettivo ben preciso: farti smettere di procrastinare.

Ma per quale astrusa ragione avresti bisogno di una guida per smettere di procrastinare?!

Perché una guida per smettere di procrastinare?

La crescita personale offre numerosi ambiti di approfondimento: dall’apprendimento rapido, alla motivazione, dalla produttività personale, alla gestione del tempo, etc. Perché scegliere proprio la procrastinazione?! In fondo… quanto sarà grave rimandare a domani di tanto in tanto?

La procrastinazione è una bestiolina viscida: ti fa credere che rimandare lo studio di quel capitolo, quell’allenamento, quel giorno di dieta o quel progetto, in fondo non sia così grave! Ti ammalia con le false luci del piacere immediato: un aggiornamento su Facebook, una controllatina alla posta elettronica, il calduccio del tuo letto, il divano davanti alla TV.

E poi ti fotte!

Ti ritrovi così, giorno dopo giorno, mese dopo mese ed anno dopo anno, a non fare progressi, a vedere i tuoi obiettivi sempre più lontani ed irraggiungibili. Perdi sicurezza in te stesso, convincendoti che in fondo “sei fatto così”, che mai nulla cambierà.

Insomma, la procrastinazione, in un modo o nell’altro è alla base di ogni tuo insuccesso, di ogni meta non raggiunta e di ogni sogno non realizzato.

Per questo motivo ho deciso di dedicare la mia prima guida proprio alla procrastinazione: se smetti di procrastinare, ritorni a vivere.

Uhm… vabbè… sarà! Ma chi sei tu per parlare di procrastinazione?

La mia storia di procrastinatore

Una cosa che forse non sai è che per molto tempo io sono stato un procrastinatore seriale.

C’è stato un tempo, non troppi anni fa, quando rimandare impegniprogetti era il mio sport preferito: avevo idee brillanti, pianificavo il tutto nei minimi dettagli, ma poi, all’atto pratico, non concludevo nulla, facendomi trasportare da mille distrazioni!

Ti suona familiare?

No… fammi capire Andre: tu stai qua a darmi lezioni… ed eri un rimanda-impegni della peggior specie?!

Ma te lo immagini: l’autore di un blog che se la tira tanto parlando di raggiungimento degli obiettivi, di produttività personale e lotta alla procrastinazione, che si scopre essere stato un procrastinatore incallito. Il colmo! O forse no…

Ti fideresti di chi vuole aiutarti a risolvere un problema che non ha mai affrontato in prima persona?

L’essere stato un procrastinatore con i fiocchi e allo stesso tempo un appassionato di crescita personale mi ha permesso di indagare a fondo questo “virus”. Aver pagato i costi salati della procrastinazione ed aver applicato tutte le più strambe tecniche anti-rimandite mi ha aiutato a capire cosa funziona veramente e cosa invece è semplice spazzatura.

Start! La guida pratica per sconfiggere la procrastinazione” raccoglie l’essenza delle lezioni che ho imparato sulla mia pelle in questi anni e sono certo ti aiuterà a raggiungere in poche settimane traguardi che ho dovuto aspettare per mesi, se non anni.

Si si, tutto molto bello e convincente, ma ‘mo ti frego io Andre! Vediamo cosa rispondi a questa domanda semplice, semplice: perché scrivere una guida (a pagamento per giunta!), non bastavano i tuoi articoli sulla procrastinazione?

Quando un articolo non basta: ora scegli la tua pillola

Il blog offre centinaia di articoli gratuiti con consigli pratici e di immediata applicazione per la tua crescita personale. Ma a volte un articolo non basta.

Quando dobbiamo affrontare un problema persistente, che intacca costantemente la nostra qualità di vita, un articolo di una pagina può non essere sufficiente, per 2 ragioni:

  1. dobbiamo dimostrare a noi stessi che siamo pronti ad investire (anche una piccola cifra) per cambiare,
  2. abbiamo bisogno di un percorso guidato che ci porti per mano verso la risoluzione definitiva del nostro problema.

Questo è esattamente l’obiettivo di Start!: una guida che ti offre un percorso strutturato, con esempi pratici e con tempistiche definite, per debellare finalmente la tua tendenza a procrastinare.

Ma basta con le chiacchiere, puoi trovare tutte le informazioni di dettaglio su Start! nella pagina della guida linkata in una delle immagini qui sotto. Ora spetta a te scegliere (senza procrastinare!):

  • Pillola AZZURRA, “fine della storia: domani ti sveglierai in camera tua, e crederai a quello che vorrai“, crederai che in fondo procrastinare non è così grave e che certamente non hai bisogno di una guida per smettere.
  • Pillola ROSSA, “resti nel paese delle meraviglie, e vedrai quant’è profonda la tana del bianconiglio“, scoprendo che esiste una vita senza procrastinazione e che, grazie agli strumenti giusti, può essere la tua vita.

Clicca e scegli la tua pillola.

Pillola azzurra: resti quello di sempreePillola rossa: scegli di cambiare

Rimandi sempre tutto a domani?

Iscriviti alla newsletter e scarica l'estratto di Start! La guida per smettere di procrastinare

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Subito in omaggio per te l'estratto di Start!, la guida pratica per sconfiggere la procrastinazione.

INVIAMI L'ESTRATTO 》
Già 109.646 iscritti
Sarai dei nostri?
  • E chi se lo perde?

    Grande Andrea!!!

  • Massive

    Ok, lo leggerò dopo… :P

  • “Ci sono milioni di modi per sprecare tempo, ma non ne esiste neanche uno per averlo indietro.”

    Tom DeMarco

    E’ incredibile come certi autori riescano in poche parole ad aprire il varco nelle nostre menti, a farci riflettere su certe abitudini inveterate e a schiodarci fino a farci prendere l’iniziativa e riescono a cambiarci in positivo. Questa frase non l’avevo mai sentita e l’aggiungerò di sicuro al mio archivio di frasi “mitiche”

    “L’essere stato un procrastinatore con i fiocchi e allo stesso tempo un appassionato di crescita personale mi ha permesso di indagare a fondo questo “virus”. Aver pagato i costi salati della procrastinazione ed aver applicato tutte le più strambe tecniche anti-rimandite mi ha aiutato a capire cosa funziona veramente e cosa invece è semplice spazzatura.”

    Vorrei sapere (sono molto curioso perchè sono un ricercatore come del resto penso sia anche tu) quanto la scoperta di queste strategie ha inciso sulla tua vita? Te lo chiedo perchè nel mio caso hanno proprio cambiato radicalmente la mia. Però come più volte dici tu nei tuoi (validissimi) articoli tutto cambia quando decidi di passare all’azione.

    Al prossimo post. E in bocca al lupo per “start”.

    • Ti faccio un esempio molto pratico Michele.

      Sono un appassionato di crescita personale da ormai 12 anni, ma ho creato EfficaceMente solo alla fine del 2008. L’idea di creare un blog ce l’avevo in testa da diversi anni: fantasticavo su come dovevano essere i contenuti, sullo stile personale che avrei utilizzato, sul desiderio di presentare la crescita personale da un punto di vista diverso; cavoli immaginavo anche i dettagli della grafica… ma non facevo nulla. Avevo mille scuse: una facoltà impegnativa, la mancanza di conoscenze tecniche, etc.

      Beh, applicando molto dei principi contenuti in Start! ho finalmente concretizzato molto di queste idee. Conta solo l’azione

  • Leonardo

    Scusa ma il prezzo pieno mi pare decisamente troppo alto per un prodotto che oltretutto non richiede costi di stampa, imballaggio o spedizione. Senza nulla togliere al tuo lavoro, ma in tempi come questi sono pochi quelli che possono permetterselo.

    • Beh Leonardo… allora ti conviene approfittare dell’offerta! ;-)

      A parte le battute da venditore da 4 soldi, ti voglio fare una domanda: quando tu compri il giornale ti interessa la carta su cui è stampato o le informazioni che ci trovi?
      Questo per rispondere al discorso sui costi di stampa, imballaggio e spedizione. Ti dirò di più, lavorando come consulente di direzione, mi capita di parlare con aziende che fanno considerazioni simili alle tue: “ma abbiamo i costi di trasporto, ma abbiamo i costi per l’amante dell’amministratore delegato, etc.” Beh ai clienti non frega niente dei tuoi costi, gli interessa solo il valore che sei in grado di generare nella loro vita ed il prezzo deve essere sempre inferiore al valore prodotto, ma coerente con questo valore.

      Detto questo, grazie per il commento: anche finito il periodo di offerta, cercherò di non avvicinarmi troppo alla “tazzina di caffè intera” al giorno. Sto ancora decidendo quale sarà il prezzo definitivo di Start! dopo gennaio.

      Per concludere, di recente, guardando un video di Robin Sharma mi ha colpito una sua frase: “i leader sono interessati al valore che un prodotto/servizio può creare nella loro vita, tutti gli altri al costo”.

      • Sono d’accordissimo.

      • giulioz

        quello che intendeva dire Leonardo è che: uno spende 23 euro e ha il tuo prodotto su un file per pc, mentre se uno compra un libro da amazon poi se lo legge e gli fa schifo (dubito che Start faccia schifo) o se non gli interessa tenerlo va dal libraccio e lo vende a metà prezzo. Oppure lo regala e fa anche bella figura
        Quindi leonardo intendeva che la stampa ecc ecc davano un plus-valore ( no Marx non centra niente) al prodotto e lo rendono rivendibile.

        Te lo dico perché ho comprato 23 ebook (e ne ho letti metà per ora) di Bruno Editore e i come in questo caso non è rivendibile in negozio nè regalabile

      • Ale

        Hai detto bene. Bravo Andrea!
        W EfficaceMente!
        W Start!
        W il Valore Aggiunto fatto con qualità!
        …e W i Leader di sé stessi!

        Ale.

        P.s.: i costi dell’amante dell’amministratore delegato.. quante PALLE da venditore! ;-)

      • Ahahaha,
        grazie Ale.

        Andrea.

  • Alessandro

    Ciao Andrea,

    premetto che è da diverso tempo ormai che leggo gli articoli del sito e posso affermare che si sono rivelati
    sempre utilissimi per la mia crescita personale. Da un anno a questa parte ho cominciato a svolgere attività fisica regolarmente, ad allenare la mente e a seguire una dieta sana, e ciò ha giovato incredibilmente sulla qualità della mia vita.

    Purtroppo però, ho ancora qualche problema con la procrastinazione, in particolare di alcune attività poco stimolanti, ed è per questo che ho deciso di acquistare la guida Start! Sono davvero impaziente di cominciare a leggerla!

    Buona giornata!

    • Ciao Ale,
      quando l’avrei letta, se hai tempo e voglia, ripassa di qua e fammi sapere come l’hai trovata.

      Andrea.

      • Alessandro

        Certamente, sarà la prima cosa che farò! :-)

  • ilaria

    leggo il tuo blog ormai da più di un anno ma non ho mai commentato, forse una volta… i tuoi sono tutti articoli molto interessanti ma start è decisamente diverso… l’ho preso questa mattina, stavo ca********** su facebook e pensavo “ma sì, lo leggo dopo”… dopo poco l’ho aperto giusto per vedere com’era e l’ho letto tutto d’uno fiato… oltre ad essere scritto molto bene, parla proprio di me… non è che mi spii??? :D grazie! grazie per il tuo lavoro! ti farò sapere come è andata!

    • Ciao Ila,

      alla frase “…ma Start! è decisamente diverso” il mio cuore si è fermato per un istante e ho pensato tra me e me: “adesso mi massacra!”.

      Mi fa molto piacere che ti sia piaciuto: ma questa è la parte meno importante. Fammi assolutamente sapere se funzionerà anche per te.

      Andrea.

  • Giuseppe

    Ciao Andrea, premetto che ho appena acquistato la guida e mi accingo a leggerla ma non resistevo dal farti una domanda preliminare: nel passato recente mi è capitato di fissare due obiettivi, A e B: erano entrambi importanti per me, avevo la stessa motivazione nel raggiungerli ed avevano lo stesso grado di difficoltà.
    Eppure il mio modo di approcciarmi ad essi è stato diverso. Infatti l’obiettivo A è stato raggiunto alla grande, non c’è stata ovviamente una linea perfetta perché molte giornate erano no ma non mi sono lasciato immobilizzare dalla ricerca della perfezione, ho pianificato, ho agito, ho sperimentato, ho applicato gli insegnamenti derivanti dalla mia stessa esperienza in modo talmente naturale che mi sono sorpreso di me stesso.

    Invece per l’obiettivo B, non riuscivo a lasciarmi andare, pensavo troppo, avevo paura di non raggiungerlo, che non riuscisse alla perfezione e ovviamente non l’ho centrato con mio grande dispiacere.

    Andrea dove sta l’inghippo?! La spiegazione sta nella guida? (che comunque ho già comprato), ma volevo capire questa faccenda che mi sta mangiando il fegato!

    Ciao

    • Ciao Giuseppe, forse ti posso rispondere secondo quello che è la mia esperienza. Anche esperivo la tua stessa situazione in passato quando ho scoperto che “bisogna imparare a morire ogni giorno”. Tutto è cambiato da quando ho dominato il mio ego. Ho la consapevolezza di non essere niente e nel contempo essere tutto. Non ho paura di morire poichè ho scoperto che sono qualcosa di più di un corpo e che la mia anima si ingrandirà con il tempo proseguendo sulla mia strada. Non so se mi capisci. Spero di averti comunicato qualcosa che ti aiuti. Ciao.

      • Giuseppe

        Ciao Michele, grazie per il tuo commento. Dominare il mio ego è proprio quel che sono riuscito a fare nel raggiungere l’obiettivo A ma continuo a non capire il fattore che in un caso mi ha permesso di dominare e nell’altro di soccombere nonostante gli obiettivi fossero di ugual complessità ed io abbia avuto ugual motivazione. Il problema non è nel “cosa” o nel “perché”. Il problema sta nell’aver applicato correttamente il “come” in un caso e non altrettanto nell’altro. Ed è ciò su cui non riesco a far chiarezza.

  • Ciao Giuseppe, non conoscendo i due obiettivi provo ad andare a tentoni. In entrambi i tuoi commenti, emerge un elemento chiave:

    Per entrambi i tuoi obiettivi conoscevi il “PERCHE'” ed il “COSA”, ma il “COME” è stato diverso. Tu dici di non riuscire a fare chiarezza, ma in realtà dai molti dettagli. Dici che nell’obiettivo raggiunto hai:

    1 pianificato
    2 agito
    3 sperimentato
    4 agito meglio

    Beh, cacchio, non so se te ne sei accorto, ma hai appena scritto la “formula del successo”!

    Nell’obiettivo B invece hai:

    1 pianificato
    2 pensato
    3 pianificato
    4 pensato

    Trova le differenze!
    Andrea.

    • Giuseppe

      Già, sono consapevole della differenza del “come” ma nel secondo caso sono come paralizzato dalla paura di non riuscire, cosa che non succede nel primo caso e non riesco a togliere questo blocco di cemento.

      Forse se mi dessi una botta in testa e non pensassi magari raggiungerei anche l’obiettivo B! ;-)

      Possibile che debba ricorrere all’autoviolenza :-)?!!

      P.s Parlo per le prime 23 pagine: mi piace moltissimo!! non terminerà la giornata senza che l’avrò letta tutta.

      Ciao

  • Giada

    Ciao Andrea!

    Questa mattina mi sono svegliata presto e la prima cosa che ho fatto è la sincronizzazione delle e-mail..e ho ricevuto la tua!! allora alle 8 avevo già acquistato il libro! e alle 14 avevo già finito di leggerlo!

    Mi piace co’è scritto, con molti spunti pratici, la tua esperienza e con la giusta ironia!

    Insomma, l’unica cosa da fare è mettere in pratica i preziosi consigli che ci dai! (dato che procrastino moltissimo mi sono ritrovata appieno nella tue descrizioni!!)

    Consiglio anche a tutti gli altri di comprarlo e di non fermarsi al solo punto del prezzo.. bisogna infatti guardare cosa c’è scritto.. e secondo me ne vale la pena!

    Ciao ciao!
    a presto con altri articoli!

    Giada

    • Ciao Giada,
      ricapitolando… avevamo detto: 1 prosciutto, 3 caciotte ed 1 bottiglia di vino rosso, giusto?!

      Scherzi a parte!
      grazie mille per il tuo commento.

      Andrea.

  • Giuseppe

    Detto, fatto! Letta tutta la guida prima che la giornata sia terminata!

    I miei più sinceri complimenti per il tuo lavoro.

    P.s ricordi che 6 ore fa ti avevo parlato di obiettivi A e B? Nel caso dell’obiettivo raggiunto avevo sfruttato le distrazioni benigne di cui ho preso coscienza nella guida, avevo in pratica sabotato i meccanismi che cercavano di sabotarmi!

    Grazie di cuore

    • Grande… però il bello comincia adesso.
      Fammi sapere come va con l’applicazione delle diverse strategie.

      Andrea.

  • Graziella

    Ah Andrea.. Andrea, fossi in te starei attento a quello che dici, credo che a causa di Start il mio Io-futuro voglia farti causa: da protagonista subdolo e indiscusso della mia vita in questi ultimi tre anni, in poche ore è stato smascherato della sua vera natura e Graziella non gli crede più… Penso che tu comunque non ti debba preoccupare, difenderò te e Start a spada tratta, sono stata ad ascoltarlo per troppo tempo e per troppo tempo mi sono nascosta dietro a dei super poteri futuri che puntualmente svanivano ogni mattina. Non ti nego comunque che ieri sera ero scioccata anch’io, insieme al mio Io-futuro ;o), per questo niente elogio all’autore ;o)che mi ha fatto andare a dormire con un nodo alla gola, ma un grazie a Start, che visto che non si autodistruggerà a breve, spero sia il mio compagno di viaggio (ho deciso però di respirare nella seconda lettura)… Ora non mi resta che iniziare!

    Giusto una notazione, visto il potere delle promesse (vedi blog efficacemente), giuro che se mi laureo, altro che elogio, all’autore gli faccio una statua e a te il materiale… ;o)

  • Andrea

    Diavolo di un Andrea!
    Il clic sulla pillola blu rimanda all’infinito su questa pagina!!!

    • Eh si… volevo mettere anche un banner del tipo: “Ritenta sarai più fortunato!”, ma non mi è riuscito e non volevo appesantire troppo il tutto ;-)

      • No no, mi rimangio il commento di prima, ne ho uno migliore… “non è vero che la pillola blu rimanda a questa pagina: hai avuto un deja-vu!” ;-)))

  • Bruno

    Buongiorno Andrea
    Sapevo che avrei comprato Start e così ho fatto proprio oggi. Per non correre il rischio di procrastinare la lettura l’ho letto tutto stamattina in un paio d’ore :-)
    Immagino tu sia curioso di sapere come la penso…ebbene mi sto preoccupando!!! Stai diventando un riferimento fondamentale nel mio percorso di crescita personale!! Oggi, per esempio, dopo un’intensa ed attenta lettura della tua guida sulla procrastinazione mi sono accorto di essere molto ma molto più procrastinatore di quanto mai avessi pensato :-)
    Quindi per quanto riguarda la prima parte che riguarda la consapevolezza direi che hai pienamente fatto centro….almeno su di me e di questo ti ringrazio!
    Per il resto ho già deciso che domani (sera però per motivi lavorativi) inizierò a studiare per bene tutto il resto per far si che la procrastinazione diventi una cattiva abitudine dimenticata :-)
    In definitiva, per quanto mi riguarda, mi hai dato degli spunti eccezionali ed una guida da seguire giorno dopo giorno per un mio sensibile e netto miglioramento….ne sono certo!
    Devo anche dirti che ho trovato molte e migliori risposte in questa tua piccola guida che in tanti libri acquistati e letti dei famosi “guru” della crescita personale. Per dare un mio commento ad un lettore che ha parlato di prezzo ti dico che mi sono fidato senza pensarci e, dopo averlo letto, penso che sarei disposto a spendere anche di più per il valore che ha avuto per me questa guida.
    Non so quanto ti sia “costato” in termini di difficoltà, scrivere questa guida, ma mi colpisce sempre la linearità ed il percorso logico e costruttivo che riesci a dare ai tuoi pensieri e ragionamenti.
    Penso che tu abbia fatto un ottimo lavoro e soprattutto penso di aver trovato, anche grazie a te, l’ennesimo strumento per il mio cambiamento in positivo.
    Che dire, intanto scusate per il lungo commento e poi….
    Grazie!
    Alla prossima
    Bruno

  • Dai ragazzi, mi serve qualcuno che ci vada giù pensate con le critiche, altrimenti qui pensano che vi ho foraggiato tutti!

    A parte scherzi, ti ringrazio di cuore Bruno per questo tuo commento.

    Andrea.

  • Bruno

    Andrea

    L’ho appena comprato e letto solo una volta…aspetta…mi riprometto che la rilettura di domani sera sarà più approfondita e quindi cercherò di postarti qualche critica :-)

    Ma soprattutto fra 63 giorni saprò con maggiore certezza se ci saranno critiche da fare…

    A proposito vale la formula “soddisfatti o rimborsati”??? :-)

    Buona giornata a tutti e occhio alle distrazioni!!

    Bruno

    • Si certo,
      come rimborso è prevista una cena romantica con l’autore: peccato che valga solo per le signorine.

      A parte scherzi, ho riflettuto a fondo se prevedere il rimborso o meno: alla fine ho deciso di non voler fornire nessuna scusa al procrastinatore tipo.
      Come avrai potuto leggere nel primo capitolo, i procrastinatori sono dei bugiardi patentati e mentono soprattutto a se stessi. Ripeto, non voglio fornire alcun appiglio: se decidi di investire in questa guida, lo fai sul serio, consapevole che se non sarai in grado di mettere a frutto le strategie proposte, avrai perso il costo della guida, ma soprattutto un’altra occasione di miglioramento.

      In molti mi hanno consigliato di prevedere il rimborso, in fondo le statistiche dicono che non lo richiede quasi nessuno ed è uno strumento di marketing eccellente per convincere anche i più indecisi. Beh, non me ne frega niente di vendere qualche copia in più: voglio che i miei lettori si prendano il 100% della responsabilità del loro cambiamento, perché è l’unico modo per cambiare.

      • Bruno

        Dai Andrea lo sai che scherzavo ovviamente.

        Devo riconoscere che mi piace anche molto il tuo approccio netto e deciso nella ricerca di non dare o fornire alibi o scuse ai tuoi lettori.

        Condivido in pieno il fatto che la responsabilità è solo ed esclusivamente mia sia nel successo che nella sconfitta soprattutto. Iniziare a riconoscere la propria responsabilità è il primo vero passo da fare.

        Grazie ancora…sto continuamente pensando a quanto letto nella tua guida :-) ed ho già iniziato ad agire per evitare le distrazioni.

        Alla prossima

        bruno

  • Alberto

    ciao andrea oggi ho letto start e come era ovvio sono un procrastinatore cronico, mi sono ritrovato molto in quello che hai scritto analizzando i difetti che mi trasporto ogni giorno nel mio lavoro ora sto macinando i tuoi cosigli il primo che mi è piaciuto e che ho subito messo in atto è il wbs che ho trovato molto semplice e facile da utilizzare e visto il lavoro che faccio è molto utile e comunque complimenti per il lavoro svolto

    a presto

    ps ora vado se no non rispetto la mi dieta mediatica ciao alberto

  • caterina

    La comprooooooooooooooooooooooooo!!! Ma solo per venire a cena con te :)))

    • Ahahaha… va bene cate! ;-)

  • Ciao Andrea.

    Ho appena comprato il tuo libro.
    La prima cosa che ho notato è stata la facilità e velocità del processo.

    In realtà non mi reputo un procastinatore – ma mi son detto: magari lo sono senza saperlo.

    Che io lo sia o no, sono abbastanza sicuro che aprò l’opportunità di imparare qualcosa e migliorare leggendo Start.

    Altra cosa: questo è il primo ebook che compro – a te l’onore, Andrea :-)

    • Ciao Dan,
      ben ritrovato.

      Grazie per avermi scelto per l’acquisto della tua prima guida digitale: mi auguro che troverai in Start! spunti di valore per la tua attività.

      Andrea.

  • Ciro

    Ciao Andrea,
    seguo da tanto il tuo blog e trovo veramente utili molti dei tuoi post.
    La tua è stata la prima guida/libro del genere “crescita/miglioramento personale” che ho comprato/letto. Che dire.. Letta tutta d’un fiato, in poche ore.
    Mi ha preso molto e mi ha spinto a cambiare quelle cose che proprio non vanno nella mia vita, considerando anche che ahimè la procrastinazione è uno dei tanti “mali” che mi affliggono.
    Cercherò di prendere spunto da tutto ciò che hai scritto (veramente molto bene).

    Buon Lavoro :)

  • Daniele

    Ciao Andrea, secondo te il tuo ebook è adatto a uno studente 20enne universitario? O è più mirato a lavoratori adulti? Grazie!

    • Ciao Daniele, circa il 50% dei lettori del blog sono studenti universitari, quindi nello scrivere Start! ho tenuto ben presente le esigenze di chi continua a rimandare la preparazione di esami fino all’ultimo giorno utile per poi magari saltare l’appello.

      In generale scrivendo Start! ho ripercorso le fasi chiave che hanno caratterizzato la mia vita negli ultimi 10 anni: gli anni accademici nella facoltà di ingegneria, l’esperienza che sto maturando in un ambiente di lavoro esigente come la consulenza direzionale e al contempo i miei primi passi da blogger/e-mprenditore con questo progetto personale del blog EfficaceMente.

  • Daniele

    Mi hai convinto e l’ho comprato ma… non c’è la versione per e-reader, ma solo formati pdf che sono i più ostici per questo tipo di dispositivi…ci sarebbe voluto un file mobi o epub. Dovrò convertirlo per conto mio, ma nella conversione si perde sempre qualcosa e sballano i paragrafi :(

    • Ciao Daniele,
      per quanto riguarda la versione .mobi ed .epub ho deciso di non fare la conversione, perché il risultato è pessimo, e la strutturazione della guida è parte integrante del corso. Comunque ho verificato personalmente che la versione pdf per tablet ed e-reader è perfettamente compatibile con i lettori più diffusi. Perché vuoi fare la conversione?

  • Da brava procrastinatrice l’ho comprato lunedì e l’ho letto ieri ^_^ grazie per le dritte!

  • Giuseppe

    No, così non vale però! Andrea volevi critiche? Beh serviti pure!

    Non avrei dovuto prendere la guida! Mi sono cercato rogne da solo! Non si può!
    Va bene così?! ;-)

    Ieri, a tarda sera, tra un programmino stupido in tv e una partitina all’xbox sai che ho scelto?
    Mi vergogno a dirlo: ho preferito il manuale di diritto privato, così non si può andare avanti! (e sottolineo tarda sera!!)

    Ed ero solo al secondo giorno della mia prima abitudine; al giorno 63 vuoi mica farmi diventare una macchina da guerra!?

    Per i primissimi effetti, è stato il miglior investimento che potessi fare per questo inizio 2012.

    P.s. Ho notato che per quanto riguarda la seconda abitudine mi piacerebbe attingere dal profilo di procrastinatore che però non mi appartiene, posso farlo oppure devo scegliere per forza rispettando il mio profilo?

    P.p.s. Dimostraci anche tu che per te la guida ha funzionato e inizia a pensare all’oggetto della tua prossima guida! Adesso! ;-)

    Con affetto

    Giuseppe

    • Ciao Giuseppe,
      grazie mille per questo commento!

      Voglio essere estremamente sincero: le vendite di Start! stanno andando molto bene e ne sono felice, ma ricevere questi commenti da chi ha già letto la guida e ha iniziato da subito a metterne in pratica le strategie proposte, come direbbe la famosa pubblicità, “non ha prezzo!”

      Come spiegato anche nella guida, il test per individuare il tuo profilo di procrastinatore non vuole avere alcuna valenza scientifica, ma serve semplicemente ad indirizzarci meglio. Tutte e 9 le abitudini proposte sono efficaci per combattere la procrastinazione, quindi, se ti attrae maggiormente un’abitudine indicata per un profilo diverso dal tuo, non preoccuparti: l’importante è che tu l’instauri.

      Prossima guida?! E tu che ne sai?! é “Topo Sicret”! ;-)

      Inizierò a lavoraci da febbraio il mio obiettivo è pubblicarla ad inizio giugno a ridosso della sessione estiva… indovina un po’ cosa riguarderà?! Tu pensi di saperlo… ma in realtà riguarda un approccio allo studio di cui si è sentito parlare molto poco in Italia e che trovo semplicemente geniale. ;-)

      Va buò, non dico altro… mi raccomando che rimanga tra te e me ;-)))

  • emiliano

    Ciao Andrea,

    ho divorato il tuo pdf in due giorni, e vuoi sapere una cosa? mi ha addirittura commosso, talmente sono a pezzi da questa patologia, altro che problema. Commosso perché sapere che non sono il solo, capire che rientro in una precisa categoria di persone, e leggere dalle tue parole esattamente il mio stato d’animo quotidiano, mi rilassa e forse è proprio l’inizio che cercavo. Grazie di cuore. Sai essere leggero e preciso allo stesso momento, dote rarissima.

    Io rientro nel primo profilo di procrastinatore.

    Ora ti aggiungo un’altra derivazione di un procrastinatore incallito come me (mi ricordo che ho cominciato dall’università, ora ho 40 anni, puoi capirmi…). Io riesco a cedere alle distrazioni anche quando sono nel pieno del flusso di pensiero, anche quando sono felice per i risultati che sto ottenendo, come se avessi bisogno di dilatare nel tempo quel piacere con tanti altri piccoli piaceri (come i likes di fb). Sono così strano? riesco a rovinare il lavoro anche quando tutto procede per il meglio, anche dopo aver superato l’attrito statico…. come te lo spieghi? non dovrei continuare contento dei risultati del momento? paura del successo? non credo, non lo so.., so solo che lo trovo pazzesco.

    Ultima cosa: 62 giorni sono troppi. Io vorrei collassare tutte e tre le fasi facendole partire insieme…. se vedo che ci riesco, tanto sono convinto, ha un senso secondo te? Ti faccio un esempio: se riesco da subito e non solo nell’ultima fase, a mettere in pratica una delle 3 abitudini… va bene o devo aspettare? :)

    un caro saluto!
    emiliano

    • Ciao Emiliano,
      grazie del tuo commento :-)

      per quanto riguarda le distrazioni, leggendo il tuo commento, non so perché, ma mi è venuto in mente un fumatore incallito, che ha spesso bisogno di riempire i vuoti con la famosa “pausa sigaretta”. Purtroppo le mille distrazioni della nostra società mediatica ci hanno fatto perdere l’abitudine al “focus”, a perderci in un’unica attività. Da questo punto di vista, le società orientali (quella giapponese in primis) sono straordinarie. Pensa al rito del té: sono così concentrati per svolgere attività che a noi sembrano banali. Il mio consiglio è quello di riprenderti il controllo della tua mente:

      – impara a vivere qui e ora.
      – avvicinati alla pratica della meditazione.

      Se questo ti suona un po’ troppo vago e new-age, inizia dalle piccole attività quotidiane:
      – quando mangi, mangia (niente tv, niente distrazioni): concentrati solo sul sapore di quello che stai mangiando, sulla sua consistenza, etc.
      – quando cammini, cammina: focalizza la tua attenzione sulla sensazione del suolo sotto le tue scarpe, sul movimento delle tue gambe, sul tuo respiro.

      Insomma, impara a vivere consapevolmente.

      Ci sarebbe molto da dire su questo aspetto, ma senza dubbio la capacità di eliminare quel senso di urgenza legato alle distrazioni sarebbe una mazzata micidiale per la tua procrastinazione.

      Passiamo ora alla cattiva notizia.

      Indovina qual’è una delle prerogative dei procrastinatori seriali? Volere “tutto e subito”; salvo poi annoiarsi velocemente e passare da una distrazione all’altra. C’ho azzeccato?!

      Bene, i 63 giorni hanno il loro perché Emiliano: non cambi uno stile di vita adottato in diversi anni, dalla sera alla mattina. Il nostro cervello ha bisogno di un periodo di adattamento e la capacità di concentrarsi esclusivamente sui progressi invece che sui risultati è parte del percorso.

      Questo non significa che non puoi adottare altre buone abitudini fin da subito, ma concentrati solo e soltanto su una abitudine per il tempo suggerito e seguendo l’ordine CONSAPEVOLEZZA-MOTIVAZIONE-AZIONE.

      Fidati ;-)

      Andrea.

      (mi sono permesso di modificare un pochino il tuo commento per rispetto di chi non ha ancora letto la guida: non gli vogliamo togliere il piacere vero?! :-)

  • Fabio

    Ciao Andrea,
    ho comprato la tua guida, e la sto leggendo con piacere.
    Leggendo i primi capitoli sono giunto ad una consapevolezza: in passato io avevo già sconfitto la procrastinazione, pur senza saperlo.
    Avevo una vita che non mi soddisfava, andavo benissimo nello studio ma malissimo nelle relazioni sociali, ma rimandavo sempre al domani l’azione per risolvere questi problemi, sovrastimando il mio “io futuro” pensando che potesse fare miracoli.
    Dopo aver passato nottate insonni a pianificare inutilmente e a “disperarmi”, un bel giorno presi in mano la mia vita e passai all’azione, senza che ci fossero guide o “maestri” che mi aiutassero. All’improvviso le cose si fecero più chiare, sapevo contro quali aspetti della mia vita scagliarmi, sapevo che dovevo fare qualcosa per risolverli, ed effettivamente FACEVO qualcosa. Anche se erano “terapie d’urto” che mi auto-infliggevo con piacere, un po’ come penso sia accaduto a te.
    Da quel giorno, di cui ricordo ancora la data, le cose sono migliorate, tanto da farmi considerare gli ultimi due anni di vita più intensi dei passati 20 trascorsi a procrastinare e ad auto-commiserarmi.
    Il problema è che ora, dopo due anni e mezzo, la spinta si è esaurita. Non ho più motivazioni a spingermi all’azione, nessun particolare motivo che mi spinge ad uscire dalla situazione di benessere a cui sono arrivato e la tendenza a procrastinare sta di nuovo facendosi largo in me, arrivando di nuovo a provocarmi disagi. Il problema è che ora non ho più aspetti negativi evidenti della mia vita contro cui scagliarmi, i risultati nello studio sono nella media e la mia vita sociale pure. Insomma, sono nella media .
    Volevo solo dire che ho comprato il tuo ebook sperando che mi possa aiutare ad uscire da questa situazione di stallo e permettermi di raggiungere obbiettivi ancora più ambiziosi, sperando che possa essere rivolto anche a procrastinatori recidivi come me.

    Fabio

  • andrea

    Ciao Andrea, ho comprato ieri il tuo libro e l’ho letto subito, poi ci tornerò ancora, però…lasciamelo dire, mi aspettavo di meglio. Il blog è fatto splendidamente e dà informazioni utili su TUTTO, ma il libro..l’avrei preferito un po’ più pratico. Sicuramente per chi non ha mai letto Efficacemente il libro è una bella spinta, ma non l’ho trovato così innovativo, ecco (anche se scrivi in modo molto gradevole).

    • Ciao Andrea,
      grazie del commento schietto, lo terrò presente per il futuro.

      Andrea.

  • daniele

    Ciao Andrea, seguo da qualche tempo il tuo blog e appena uscito Start l’ho acquistato immediatamente.

    L’ho letto e ho trovato molto interessanti i suggerimenti pratici proposti.

    Mi sono sempre chiesto se chi, come me, sentisse il bisogno di leggere questo genere di libri avesse qualche tratto distintivo comune, perchè vedo molte persone che sono felici, soddisfatte della propria vita e che vanno avanti senza esitazioni senza nemmeno sapere cosa sia la procrastinazione o un libro motivazionale :).

    Nel tuo ebook ho trovato qualche risposta.

    Un saluto.

    Daniele

    • Ciao Daniele,
      è sorprendente vedere come le persone che condividono le stesse passioni spesso si ritrovino a fare ragionamenti molto simili.
      Anche io, da appassionato di crescita personale, mi sono spesso fatto domande simili alle tue.

      Ma la realtà è che l’immagine esterna che abbiamo degli altri, non sempre corrisponde a realtà.

      Detto questo, mi fa piacere che tu abbia trovato alcune risposte utili in Start!

      Andrea.

  • Procrastinatrice

    Ciao Andrea,

    io ho appprezzato l’e-book, ma prima di dare un vero parere devo aspettare i famosi 63gg!!!
    Un’osservazione: oltre ai risultati a 5 anni, c’è anche la stima per se stessi che aumenta all’aumentare delle x su un calendario, quella motivazione che sorge da “se ci sono riuscito ieri perchè non dovrei farlo oggi?!”..

    Credo che sovrastimarsi e sottostimarsi siano facce della stessa medaglia, ma eliminare questi due inconvenienti è possibile? (Domanda da Marzullo vero?!).

    Ultima domanda: ma in quei famosi 5 minuti fra un pomodoro e l’altro cosa fare? Io mi perdo sempre in attività che sforano i 5 minuti… Come un caffè+sigaretta, mettere ordine fra appunti e libri… Una dritta in questo senso mi servirebbe…

    Complimenti, un saluto ;-)

    • Ciao,
      non ti chiamo con il nickname che hai utilizzato, perché credo che spesso diventiamo le definizioni che utilizziamo.
      La procrastinazione è un nostro modo di fare e di comportarci, un nostro stile di vita: non siamo noi.

      Concordo appieno sulle x e sul legame procrastinazione – autostima.

      Credo che alcuni “bug” della nostra mente siano ineliminabili, ma… averne consapevolezza, già di per se ne limita di molto gli effetti negativi, facendoci prendere decisioni più corrette nel presente (a domanda marzulliana rispondere sempre con supercazzola prematurata! ;-)

      semplice: allunga il pomodoro e la relativa pausa. L’obiettivo è vincere la procrastinazione statica: una volta vinta, più riusciamo a mantenerci in moto e meglio è, a questo punto se il pomodoro standard e la relativa pausa ti vanno strette, moltiplica tutto per 2 o 3.

      Andrea.

  • Viviana

    Ciao Andrea,

    il tuo potere di persuasione è tale da convincermi a cambiare nickname :D

    Grazie mille per la risposta, ho qualcosa su cui mediatare durante l’otium..

    Una buona domenica a tutti ;)

    Viviana

    P.s. La prossima guida non potresti pubblicarla un pò prima di giugno, non vorrei si rivolgesse soltanto a chi prepara esami in 15 gg, strani esseri procrastinatori…

    • Grazie del commento Viviana ;)

      Per quanto riguarda la prossima guida, beh mi piace fare le cose per bene: vediamo a che punto è a fine marzo, dopo di ché deciderò se pubblicarla per la sessione estiva, un po’ in anticipo rispetto alla data che avevo pensato, come giustamente hai suggerito, o se addirittura rimandare al periodo del “back to school”.

      Tra l’altro non voglio tralasciare la pubblicazione di articoli gratuiti, per i quali mi sono dato l’obiettivo di scrivere almeno 1 articolo con contenuti di qualità a settimana.

      A presto,
      Andrea.

  • Giovanni Vizzola

    Beh però francamente per un e-book fatto in casa diciannove euro mi sembrano tantini…..

    • Argomento già discusso Giovanni ;-)

      Il prezzo è parte integrante del corso anti-rimandite, e da febbraio aumenterà ancora. Fidati, se non sei disposto a rinunciare ad una cena con gli amici per smettere di rimandare i tuoi impegni, i tuoi progetti ed i tuoi sogni, non sei pronto e la guida quindi non è rivolta a te. Problem solved ;-)

      Ciao.

  • Matteo

    Ciao Andrea,
    Sono alcuni mesi che leggo sempre i tuoi articoli ed ho deciso di comprare il tuo libro che è veramente stupendo e Ben fatto, l’ho letto in poche ore :)
    Io sono uno studente universitario e volevo chiederti se mi potresti fare un esempio pratico riguardo al metodo che citi nel 3° capitolo, cioè per esempio come posso applicarlo al mio piano di studi.

    Grazie Mille per aver scritto questo e-book che sono sicuro che risulterà molto utile per migliorare la mia vita :)
    E grazie Mille per la tua risposta.

    • Visto che parliamo di dettagli legati ai metodi discussi nella guida, se sei d’accordo ti rispondo in privato per rispetto di chi ha già acquistato la guida.

      Andrea.

      • Matteo

        Perfetto Andrea grazie mille per la tua disponibilità :)

  • lucamagna

    L’ho letto e mi è piaciuto. Sarà perchè sono un ingegnere anche io e mi sono ritrovato molto nel tuo stile!!!
    Battute a parte dopo anni da “super tecnico” mi sto avvicinando solo ultimamente alla scoperto di cosa c’è oltre alla tecnica.
    La cosa più difficile è far sbiadire il marchio a fuoco di “super tecnico”

  • giulioz

    ma spariscono commenti?

    • Si, soprattutto se continui ad inserire lo stesso commento, che è già stato pubblicato.

      • giulioz

        ah capisco, quindi l’hai solo ignorato!

        comunque complimenti per il blog!

      • giulioz

        la butto lì. Non hai mai pensato di pubblicare “start!” come libro stampato?

  • No, giulioz, non Start! Forse un lavoro futuro.

    Andrea.

  • Francesca

    Ciao,
    sono una procrastinatrice cronica, patologica.
    E’ la prima volta che capito su questo blog quindi non so se sto per spendere bene i miei soldi o no, ma ho deciso di acquistare il libro
    Vi farò sapere come è andata…

    Fra

    • Grazie Francesca,
      ci tengo particolarmente al feedback di chi legge i miei contenuti per la prima volta.

      A presto.

      Andrea.

  • Daniela

    Sarò sincera. Avevo deciso di non acquistare la tua guida e di usare i soldi per altre cose, mi sono detta, “più necessarie”. Ho riflettuto fino ad oggi e alla fine ho deciso di fare l’acquisto. La mia indecisione non è stata causata da una scarsa fiducia verso l’utilità di ciò che hai prodotto, anche perchè non avendolo letto come potrei mai giudicarlo? Ho pensato invece che tanto avrei solo buttato 23€ perchè la guida su di me non avrebbe avuto nessun effetto..io sono una recidiva spaventosa. Pensa che sono mesi mesi e mesi che procrastino persino la puntualità nella sveglia del mattino, non ti dico cosa succede con il resto. Ogni giorno giuro di svegliarmi in perfetto orario, o addirittura 1 oretta prima per andarmi a fare una bella nuotata prima del lavoro (cosa che amo)…e poi…fallimento. Ho pensato che privarsi concretamente di una somma di denaro (che per quanto sia piccola non è comunque invisibile!) fosse l’ultima possibilità che ho per darmi una mossa davvero. Se stavolta però non mi riesce, vuol dire che c’è qualcosa di troppo difficile da sconfiggere e che non basto io per cambiare.

    • Ok, sfida accettata Daniela. Soltanto una cosa: non utilizzare la procrastinazione per sentirti speciale ed evita frasi del tipo “se stavolta però non mi riesce…”: non che sia questione di portarsi sfiga, solo che mandiamo messaggi contrastanti al nostro subconscio. Da una parte vogliamo cambiare, dall’altra cerchiamo conferme per dirci “anche questa volta non è andata!”. Perché lo facciamo? Siamo dei masochisti? No, semplicemente, per noi è difficile accettare che il cambiamento è possibile, che finora abbiamo sprecato così tante occasioni e così tanto del nostro potenziale, allora… allora preferiamo che le cose non cambino più di tanto: in fondo, in fondo, il fallimento è confortante, sappiamo come è fatto e cosa ci aspetta; il successo invece è un problema… e se la nostra vita si rivoluzionasse davvero?!

      Buon lavoro e tienimi aggiornato, anche in privato se preferisci.

      Andrea.

      • Daniela

        rispondo oggi perchè ieri ero in fase “dieta mediatica” e poi avevo promesso di finire di leggere la guida, promessa che ho mantenuto. Hai perfettamente ragione su quello che dici della paura del cambiamento. Il fallimento nella mia vita è diventato il mio porto sicuro e tutto ciò che davvero desidero, e che innalzerebbe il livello della mia vita sociale, sentimentale e professionale di moltissimo, ormai mi fa terrorizza. sono troppo abituata a pensare a me come ad una schiappa. Dalla lettura della guida si vede che la mentalità del procrastinatore la conosci perfettamente. Ieri, dopo aver finito, mi sono sentita un pò più serena e rilassata. Riguardo ai miei progressi, ti terrò aggiornato, in privato. Per ora sono ancora impegnata nella metabolizzazione.

        Daniela

  • daniele68

    Ciao, Andrea! Finalmente un libro dal taglio pratico ed operativo, i cui concetti non solo si possono mettere immediatamente in pratica, ma anzi si devono (ed è fattibile) tradurre in azioni concrete. In azioni che, credo, faranno davvero la differenza!
    Mi ha fatto sorridere Giuseppe quando ha detto che anzichè cazzeggiare, ha preso in mano il manuale di Diritto Privato: già solo questa testimonianza può far pensare ad un miracolo!!!
    Sto preparando anche io lo stesso esame e, credimi, so cosa intedesse Giuseppe!
    Scherzi a parte (ma scherzi non sono mica poi tanto!)credo che nella vita sia importante dirsi quando le cose vanno bene, che vanno bene… e quando le cose sono ben fatte, che sono state fatte bene!!! La tua guida, secondo me, merita parole di apprezzamento che vanno ben al di là di quelle che si rivolgerebbero all’ autore di un lavoro ben fatto: il tuo libro va oltre!
    Ho sempre guardato con un po’ di sospetto l’ editoria self help, perchè condivido la filosofia Lighesca del “vivere ad orecchio” e mal si concilia con il mio modo d’ essere il seguire consigli o modi di pensare altrui…ritengo che le cose che funzionano per uno non sempre van bene per tutti. Devo pero’ dire che, avendo sempre svolto attività dove la comunicazione e il sapersi gestire erano e sono importanti, ho letto qualcosa. Molti dei libri che suggerisci, per esempio.E poichè ho cominciato un quarto di secolo fa circa, ad interessarmi di determinati argomenti posso dirti che,amando leggere, qualche volume mi è passato tra le mani (circa mille) tra testi di autoformazione, self help, lettura motivazionale, saggi divulgativi e scientifici, oltre che pubblicazioni e romanzi di vario genere. Insomma,oltre ai classici, ho sempre amato quelli che facessero “riflettere”.
    Quindi qualche termine di riferimento ce l’ ho :-)
    Bene, tante parole per dirti che il tuo è davvero uno dei pochi, forse anzi il solo, che sembra parlare direttamente a te, che dà delle linee da seguire e non dei dogmi, spiegando chiaramente il percè ed il percome, e che è pure scritto in un modo che si fa leggere d’ un fiato. Ed è, a mio avviso, in grado di stimolare quel “qualcosa” che ci fa davvero cambiare. Dunque non solo vale il suo prezzo, ma a mio avviso molto molto di più!
    un saluto a te, e a tutti, e ancora complimenti!
    p.s. Cerca di preparare la tua prossima guida PRIMA della sessione estiva, ti prego!!!! :-)
    p.p.s: ANZI NO: QUALE MIGLIORE MODO PER DIMOSTRARCI CHE LE TUE TEORIE SONO VERE, PREPARANDOLA IN ANTICIPO? (altrimenti penseremo che sei solo chiacchiere e distintivo!!! ) Che bastardo che sono, eh? :-)
    daniele.

  • Marta Spring

    Ciao! ecco l’ho appena comprata :D dovrebbe arrivare subito nella mia email vero?
    Non vedo l’ora di scaricarla nel reader e cominciare a leggere. Ho tante cose da fare, tanti progetti, tanta voglia di ripartire, ma ho anche bisogno di un calcio nel sedere! ;o)

    Potre parlare di “ragioni”, ansie e timori che mi hanno bloccata, ma poi, alla fin fine, sono solo scuse per non portare avanti le cose più importanti

    Buona serata a tutti

  • Ginevra

    ieri ho finito di leggere start…
    scusa Andrea devo ammettere che oggi ho barato…ero troppo curiosa ed impaziente…oltre a fare l’esercizio della consapevolezza ho definito e portato a termine le 3 API..che dire..rimandavo queste 3 API da settimane e stasera provo una sensazione meravigliosa sapendo che non sono più un pensiero per me e che alla fine è stato + semplice di quello che pensavo..bhe mi auguro che ogni giorno sia come questo…ma prometto che seguirò le fasi come scritte sul libro…comunque grazie mille Andre..non posso affermare niente ancora è troppo presto..ma credo che questo libro sia un aiuto concreto a questo problema..Grazie ancora!!!

    • Ginevra

      volevo scrivere Andrea..non Andre…

      • Ciao Ginevra,
        grazie molte per il commento.

        Quello che posso dirti è che quando iniziamo un cambiamento la motivazione è a 1.000, ma purtroppo non dura. Sfrutta questo momento, ma sii consapevole che arriveranno momenti in cui dovrai tirar fuori tutta la tua determinazione. Ma anche per questi momenti nel secondo capitolo della guida ho riportato delle tecniche molto efficaci per affrontarli.

        Per quanto riguarda Andre, non mi sono mica offeso, anzi!

  • Laura

    Con una buona dose di scetticismo ho acquistato la guida e da tipica procrastinatrice dopo una settimana esatta dall’acquisto ho iniziato a leggerla. I contenuti ci sono anche se i commenti positivi riportati mi facevano sperare in qualcosina in più dato il prezzo d’acquisto piuttosto elevato per un e-book. Essendo una studentessa universitaria posso solo consigliare ad Andrea di abbassare il prezzo! Se sei intenzionato a rivolgersi ad un pubblico di studenti anche 19 euro sono troppi (questo credo che tu lo sappia bene). Non rifugiarti dietro la scusa dei contenuti… in un buon libro non sono solo quelli a fare la differenza ma anche l’accessibilità!

    • Ciao Laura,
      grazie del commento.

      Ti dico la mia, so per certo, perché ho fatto diversi test che dimezzando il prezzo avrei il triplo delle vendite, sai che ti dico: non mi frega.
      Non sono così presuntuoso da pensare che il prezzo debba essere alto per via dei contenuti; ho acquistato libri di crescita personale a 8€ di qualità eccelsa.
      Ma il prezzo è parte integrante della guida: non mi interessa vendere Start! a più persone possibile, mi interessa invece che chi acquista Start! sia motivato a cambiare e sia disposto da subito a fare un piccolo sacrificio, rinunciando ad una cena con gli amici magari.

      Si… probabilmente non sono una volpe del marketing, ma questo è quello che penso ;-)

      A presto.

  • Laura

    Forse sono stata fraintesa… penso solo che il prezzo non sia certo alla portata di tutti! Come hai detto hai trovato validissime guide a 8 euro. Perchè allora non rendere accessibile anche la tua guida (un prodotto sicuramente di qualità) a tutti coloro che ne hanno veramente bisogno come hanno fatto gli autori delle guide da te acquistate? Se il tuo intento con questa guida è di aiutare le persone perchè non cerchi di aiutarne il maggior numero possibile? Molte persone anche se motivate sono talmente in difficoltà che 10-20 euro in più o in meno a fine mese fanno la differenza.

    Grazie per la pronta risposta…

    Laura

    • Laura, capisco appieno la tua posizione, ma credo che il tuo esempio sia un po’ forzato ;-)
      Se sei nella condizione in cui 10€ di differenza ti mettono in seria difficoltà, il tuo problema non è poter leggere una guida sulla procrastinazione.
      Ti assicuro inoltre che se una persona fosse effettivamente in difficoltà per 10€, ma allo stesso tempo desiderasse ardentemente poter leggere Start!, contattandomi troveremmo una soluzione: avrei giusto bisogno di due braccia in più nella casa in campagna ;-)

      Non fraintendermi Laura, ripeto, comprendo il tuo commento, ma per esperienza personale conosco bene la psicologia del procrastinatore tipo: il problema non sono i 10€ di differenza. La realtà è che il procrastinatore seriale è sempre alla ricerca della pillola magica: compra un sacco di libri di crescita personale, credendo che la prossima guida lo farà svoltare, che leggerà quella frase che magicamente sistemerà tutto senza sforzo.

      Beh con Start! le cose sono diverse: vuoi iniziare questo percorso? Ok, vediamo subito quanto sei motivato: intanto sgancia 19€, così se sei uno di quelli che legge tanto e agisce poco, ci pensi 2 volte, se invece sei uno che mette in pratica, beh la guida ti offre un percorso strutturato che una volta applicato nella tua vita di darà un ritorno sull’investimento (ROI) ben più elevato dei 19€ inizialmente spesi.

      That’s my 2 cents! ehm… 19€ anzi ;-)))
      Andrea.

  • Ciao Andrea, ho acquistato e letto il libro. L’ho trovato molto bello e utile; uno stimolante manuale da leggere e rileggere spesso, ricco di spunti per migliorare. Ho apprezzato anche lo stile informale e provocatorio. Bravo!
    E poi funziona! Lo dimostra questo commento … stavo per lasciare la pagina in attesa di pensare bene a cosa scrvere ma poi mi sono detto: “Grande Giove!”

    • Caro Manuel,
      ti ringrazio per questo commento!

      Alla prossima,
      Andrea.

  • Federico

    ciao Andre!!
    finito da un po’ di leggere la tua guida, molto bella ma ti volevo chiedere va bene instaurare 2 abitudini ogni 21 giorni oppure è meglio instaurarne una ogni 21 giorni??grazie in anticipo:)

    • Ciao Fede, secondo la mia esperienza è meglio instaurarne una ogni 21 giorni. Quando siamo motivati e abbiamo appena iniziato un cambiamento, siamo presi dalla “foga”; ma la motivazione sparisce velocemente e se abbiamo spinto troppo sull’acceleratore ci sentiamo oberati dai troppi impegni.

      Il cambiamento non è una corsa dei 100 mt, è una maratona in cui bisogna avere ritmo e costanza.

      Porta avanti le sfide che suggerisco per i 63 giorni: cerca di non saltare neanche 1 giorno. Concentrati sui singoli giorni.

      A presto,
      Andrea.

  • Federico

    ciao Andrea,
    ho letto un po di tempo fa la tua guida e ho già ottenuto ottimi risultati e ti ringrazio:)comunque non ho capito 1 cosa: nella “visualizzazione creativa” devi immaginarti come se ti stessero riprendendo con una videocamera(quind tu guardi te stesso agire) oppure in prima persona?aspetto una tua risposta

    • Ciao Federico,
      allora: nella visualizzazione creativa il mio consiglio è di iniziare con una visualizzazione in terza persona (come se ti stessero riprendendo) per poi calarti in prima persona al termine. Questo serve per identificarti al meglio nel tuo io futuro.

      Andrea.

  • Federico

    ok grazie mille proverò oggi stesso:)

  • Tony

    perchè non è possibile comprarlo in libreria?

    • Perché non ho un editore alle spalle e l’ho auto-pubblicato.

  • Tony

    ah ho capito..grz

  • Enrico

    Ciao Andrea,
    circa 3/4 mesi fa ho comprato la tua guida “Start” contro la procrastinazione e dopo aver procrastinato tutto questo tempo ho cominciato a leggerla, anzi a farla mia!
    Bellissima e irritante allo stesso tempo, te lo dico anche se ancora mi manca qualche pagina.
    Bellissima perché gli spunti che dai sono semplici e chiari.
    Irritante perché… sono semplici e chiari, nel senso che, come dici tu, la risposta è sotto i miei occhi.
    Non ti offendere ma quello che mi veniva di pensare mentre leggevo era “mi sta facendo RIscoprire l’acqua calda!”.
    Spero che non la prendi come un’offesa, anzi, quello che deve essere offeso sono io verso me stesso con l’atteggiamento cretino che ho avuto tutto questo tempo.

    Quindi grazie! Una volta finita aggiornerò questo commento!

    Nel mentre ho scoperto un aforisma meraviglioso che sarà il leit motiv del 2000credici e una volta finito di leggere. E di W. Goethe e sono sicuro che la conosci:

    QUALUNQUE COSA TU POSSA PENSARE DI FARE O SOGNARE DI POTER FARE, INCOMINCIALA.
    L’AUDACIA HA IN SE’ GENIO, POTERE E MAGIA.
    COMINCIALA ADESSO!

    Ciao Grande, apprezzo tantissimo il tuo lavoro!
    Enrico

    • Ahaha,
      non preoccuparti Enrico, capisco benissimo di cosa parli.
      Pensa che l’intero progetto EfficaceMente ha come obiettivo quello di far riscoprire il buon senso, che, paradossalmente, nella nostra società ipercomplessa, si è andato un po’ perdendo.

      A presto,
      Andrea.

  • Alessandro

    Ciao Andrea, avrei una domanda banale e semplice ma come fà un procrastinatore incallito a non procrastinare anche la lettura della tua guida,magari inizia ma poi non la completa e la procrastina anche essa.

    Saluti

    • Ciao Alessandro…
      ti assicuro che ho escogitato un bel sistemino anche per evitare la procrastinazione della lettura…
      Una volta acquistata la guida capirai di cosa parlo! ;-)

  • giuseppe

    Proprio oggi ho disdetto un impegno che mi ero preso.Da una parte per mancata fiducia da parte del “tipo”, e da un’altra per colpa perchè non ho saputo ragionare sull’impegno che avevo preso. Spesso e volentieri mi capita di procrastinare impegni,o ne prendo troppi tutti insieme o non riesco a capire qual’è il più importante per me. Sembra bizzarro ma ho imparato molto leggendo i tuoi articoli: ho letto e ho capito cose che nessuno mi aveva mai spiegato fino ad ora. E guarda un po… tutto grazie a te Andrè!!

    mezzo che me la prendo questa guida :D

    • Ciao Giuseppe,
      ti ringrazio per questo commento: molto apprezzato.

      Se decidi di acquistare Start! fammi avere un tuo commento, mi raccomando.

      Andrea.

  • Crystal

    La crescita personale è bizzarra. Per mesi o forse anni fai il pieno di informazioni, leggi libri, articoli, citazioni, guide… come un sacco ti riempi di tutto questo e sembra che però resti fermo in un punto senza fare un passo avanti, forse qualcuno indietro. Ad un certo punto qualcosa accade. Non so se è questione di “tempi”, ma improvvisamente qualcosa matura, dopo aver tanto “seminato”, si iniziano a vedere i primi frutti. Ecco. Mi piace pensare alla crescita personale in questo modo.

    Forse per far partire l’impulso bisogna accumulare una certa dose di energia potenziale, finche’ questa non diventi energia di attivazione e poi cinetica… ed in fine, il Lavoro! Sempre con una discreta perdita di energia, perchè non c’è successo che non comporti fatica, ed è qui che il ciclo ricomincia. Ma a parte le mie solfe di termodinamica, la crescita personale è un percorso individuale, ho voluto raccontare quello che è per me.

    Start! è un ottimo inizio (e mai nome fu più azzeccato). La consapevolezza ti apre gli occhi. E’ dura, è cruda, fa male! Ma è un male necessario, un male “buono”. Opera a fin di bene per evitarti di trovarti in modo irreversibile in mezzo al vero male, quello di non ritorno.

    Ora Andrea ti racconto una chicca che ti farà sorridere… Ho creato la guida “pillole di efficacia” ad personam :-) Mi spiego meglio: sto parlando della guida gratuita di questo blog. Mi è sempre stata di enorme aiuto, ma l’ho modificata personalizzandola e riadattandola alla mia persona, snellendola di quelle parti che non mi riguardano perchè già consolidate e altre più discorsive, facendo il succo del succo di ciò che è necessario per me, alla fine l’ho chiamata “Pillole di pillole di efficacia” :-) Ecco, a me piace molto “usare” questo blog come preziosa risorsa di informazioni, e poi “cucirmele addosso” riadattandole alla mia persona, alla mia vita, perchè ovviamente non siamo tutti uguali. Ma è il blog stesso che permette di fare questo, perchè a differenza di altri non si propone come “il verbo”, ma offre spunti, consigli, suggerimenti.

    Io ti ringrazio davvero Andrea, perchè questo blog è il mio compagno di viaggio, un amico.

    • Ciao Crystal,
      grazie davvero per questo commento.

      Per quanto riguarda il fatto che la nostra crescita personale non sia lineare, questo è un punto su cui ho insistito più volte: ne ho già parlato qui. Riuscire a comprendere questo punto è di fondamentale importanza. Molti credono che il percorso di crescita personale sia una linea retta: mi impegno un po’, ottengo risultati, mi impegno ancora un po’ e così via. Niente di più sbagliato. All’inizio dobbiamo accumulare tanto di quel lavoro e di quell’impegno per ottenere anche un piccolo risultato che è quasi difficile immaginarlo. Successivamente invece ci sarà un esplosione di risultati! La natura funziona nello stesso identico modo: pensa al salto di un elettrone, ad un terremoto, allo sbocciare di un fiore. Per questo motivo dobbiamo concentrarci solo sui progressi, sulle azioni quotidiane, rimanendo distaccati dai risultati (almeno all’inizio).

      Per quanto riguarda Pillole di Efficacia, ho deciso di non metterlo più a disposizione: l’ho sostituito con una serie di email che gli iscritti alla newsletter riceveranno circa ogni 2 settimane. Contenuti veloci di crescita personale (pillole appunto), ma soprattutto inediti. Ho pensato che potessero essere più utili di un copia incolla di vecchi articoli :-)

      In generale però sprono i miei lettori a riorganizzare e cucire su misura il materiale che trovano qui su EfficaceMente. Una delle idee che mi ronzano in testa è di fare una sorta di sondaggio per capire quali tematiche sono di maggiore interesse per i singoli lettori, in modo da poterli indirizzare meglio verso quelle risorse che ormai si stanno un po’ perdendo nell’archivio.

      Andrea.

      • Crystal

        L’idea del sondaggio è ottima. Permettimi un piccolo appunto da lettrice di questo blog, è un vero peccato aver eliminato “pillole di efficacia”(lo apprendo ora da te, non me n’ero accorta). Forse ti sarà sembrata una guida banale, ma ti sta parlando una a cui non solo è servita, ma l’ha rielaborata più e più volte. Saranno anche copia-incolla di articoli presenti qui, ma è il ritrovarseli tutti insieme in quella sequenza che fa la differenza. Io non sarei riuscita a riorganizzare quelle informazioni barcamenandomi tra gli infiniti articoli di questo blog. Comunque, parlo per chi ancora non era riuscito a scaricarla, io che ce l’ho e me la tengo stretta :-) Un caro saluto e grazie ancora!

      • Grazie del feedback: prometto di riconsiderare la faccenda ;-)

  • Dezinha

    Buongiorno Andrea ho finito di leggere adesso il tuo libro e devo dirti MI PIACE sono un procrastinatore ma grazie alla tua guida ho deciso di cambiare da adesso e te ringrazio sei diventando un riferimento nel mio percorso personali e universitario nei prossimi giorni ti farò sapere dei miei progressi…GRAZIE ANCORA ANDREA.

    • Ne sono molto felice Dezinha. Avanti così e fammi sapere dei tuoi progressi.

      Andrea.

      • Dezinha

        sei stato tu a spingermi a compralo è stato il mio primo ebook e sono contenta che sia tuo(no so se è importante ma italiano non è la mia lingua madre)dico questo perché vorrei dirti o quanto mi è piaciuto il tuo libro ma la paura di sbagliare mi blocca.il tuo libro da oggi è diventando il mio migliore amico ancora una volta grazieeeeeeeeee ANDREA a presto.

  • Enrico

    Ciao, vorrei dare la mia di testimonianza!
    Prima di conoscere Efficacemente ero un procrastinatore VERGOGNOSO, l’attività fisica era un ricordo, fumatore incallito, rapporti costanti con il divano davanti la Tv ed ero capace di dormire 12 ore di file…. Tante idee per la testa e tanta ipotetica voglia di metterle in prarica.
    Poi ho letto Pillole di efficacia e successivamente Start.
    Consapevolezza, questa è stata la parola che ho riscoperto non solo per quello che riguardava la mia persona ma soprattutto quello che mi circondava.
    Il mio freno era sopratto il fatto che chi avevo accanto non capiva questa mia voglia di cambiare (x loro) migliorare (x me).
    Oggi mi alzò alle 6 e comincio la giornata facendo quello che mi appassiona incluso lo sport, ho ritrovato le mie passioni di un tempo, la TV non so cos’è, ho smesso di fumare e ho eliminato il divano insieme… Alle persone che non mi hanno capito.
    Non so è “colpa” di Andre, mi piace pensare che lui mi ha dato il La e io sto scrivendo la mia canzone DA PAURA!!!

    Ciaooooo

    • Caro Enrico, ti ringrazio davvero per questo commento :-)
      Sono davvero felice che Start! abbia contribuito a far scattare la scintilla della tua rivoluzione personale.

      A presto,
      Andrea.

  • Crystal

    Piccola rettifica al mio post precedente. La guida cucitami addosso, la cosidetta “ad personam” non era “Pillole di efficacia” ma Start!, rinominandola quindi “pillole di Start”. Ho fatto un po’ di confusione con i nomi perchè riguardo a quelle di efficacia avevo fatto invece un altro lavoro. Dato che ogni volta che le leggevo le trovavo sì stimolanti, ma toccavano troppi settori anche molto diversi tra loro (giustamente si trattava di una visione golobale per una crescita globale, sotto ogni aspetto) per poter essere assimilate e soprattutto messe in pratica tutte insieme. Allora ne ho presa una alla volta, riportando sulla mia agenta, alla data del giorno corrente, i punti salienti della pillola numero 1. Il giorno seguente della numero 2 e così via. Ogni giorno mi sarei impegnata a mettere in pratica l’unica “pillola del giorno”. 10 pillole, 10 giorni. Ovviamente nei giorni a seguire oltre a quella del giorno davo una ripassata a quelle precedenti, per non perderle per strda. Insomma, mi è stato utile. Molto. Tutt’ora riguardo quelle pagine di agenda a ritroso per consolidare maggiormente alcuni aspetti, quando ne avverto il bisogno.

  • Ambrosia

    Ciao Andrea,
    inizio subito con un mea culpa ;) Ho acquistato Start! dopo diverso tempo, e non per bieca procrastinazione, piuttosto perchè sono sempre stata alquanto (beh, tanto…) scettica riguardo le guide digitali. Nonostante io sia da anni una fedele lettrice del tuo blog e apprezzi tantissimo il tuo lavoro, questo preconcetto faticavo a lasciarmelo dietro (chè del resto come diceva Einstein è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio ;)).
    Beh non potevo essere più in torto di così!
    L’ho trovato un lavoro ineccepibile: è una lettura scorrevole, interessante e ricca di spunti e approfondimenti. Mi è piaciuto molto ritrovare il tuo stile ironico (e a volte anche “severo”, laddove serviva a scuotere e risvegliare la coscienza del procrastinatore perduto ;))
    Credevo di saperne ormai abbastanza sulla procrastinazione grazie ai tuoi articoli. Invece ecco la grande sorpresa… Quello che ho trovato più utile è stato proprio il modo in cui colleghi alcuni argomenti di cui avevi già trattato con altri di cui invece non avevo mai sentito parlare (e di materiale su questo tema ne ho letto non poco ;)). In questo senso ho ben compreso perché definisci le tue guide (per)corsi digitali. Insomma anche se di alcune cose avevi già parlato, questo “creare un percorso” rappresenta davvero un valore aggiunto che a mio avviso giustifica la lettura della guida.
    Una nota personale, in chiusura. Ora capisco i commenti entusiastici che ricevi sulle guide, e tutte quelle persone che senza indugi hanno acquistato le tue opere “sulla fiducia” e come giusto tributo ai tanti contributi gratuiti che ci hai regalato negli anni. Quindi grazie :)
    Scusa del commento lunghissimo, ma ci tenevo a dirti tutto quello che ho scritto.
    Ancora GRAZIE,
    Ambrosia.
    P.s. Grande Giove, grande Giove, grande Giove! XD Hahaha, e chi se lo dimentica ;)

  • Mirela

    Ciao Andrea,

    è da poco che sono in conoscenza del tuo blog e ti faccio i miei più sinceri complimenti perchè hai fatto secondo il mio modesto opinione un bellissimo lavoro. Gli articoli sono veramente belli e utili e io ne ho condiviso parecchie di loro perchè la conoscenza deve essere sempre trasmessa con un potere esponenziale. Dato che di mio sono molto curiosa e quando una notizia attira la mia attenzione in modo particolare, seguo il mio istinto ed esploro in profondità..finchè posso…Ho acquistato START, uno perchè ero curiosa, due perchè siamo tutti più o meno procrastinatori, compreso tu che ti reputi “pentito” ma che in diverse cose che possono essere piccole e non di grande significato o importanza secondo me continui ad essere :-))
    La guida mi piace, è scritta in modo semplice e subito assimilabile qualora viene letta con attenzione e voglia.
    Mi piace il tuo modo di scrivere cercando sempre attraverso le domande e il tuo umorismo di costruire un dialogo con il lettore e di tenerlo sveglio e concentrato durante la lettura.
    Ho percepito che il tuo obiettivo di questa Guida era quello di attirare maggiormente l’attenzione degli studenti, sopratutto quegli Universitari che fanno spesso fatica con gli esami e tendono sempre a rimandare, sono i Procrastinatori migliori e i più geniali e ti parlo anche per esperienza personale, alla fine siamo stati tutti studenti e continuiamo ad essere in un certo modo…non si finisce mai di imparare.
    La mia domanda è:
    ritorni all’età di 20-22 anni e immaginati che qualcuno ti regala, dopo di averti parlato a lungo, questa Guida. Tu cosa avresti fatto? Quanta importanza avresti dato alla Tua Guida? L’avresti messo in pratica? Se si, ma ne dubito, per quanto tempo? Cosa ti sarebbe rimasto in mente da tutto ciò che avresti letto? Cosa ti avrebbe colpito a tal punto da farti aprire gli occhi e farti rendere conto che non c’è più tempo da sprecare rimandando sempre a domani e farti dire “cavolo ma questo libro è magico, funziona e come” ?

    Se tu prendi un libro qualsiasi qual’è la cosa che ti rimane più impressa? La storia e il modo come viene raccontato, secondo me. Tu hai il modo ma manca la storia secondo me…manca la tua storia..il tuo esempio, oppure altri esempi clamorosi, che ti danno quella carica giusta di adrenalina per arrivare a pensare “ma se loro ce l’hanno fatto a sconfiggere questo virus, io perchè no?”

    Se tu dai questa Guida, quasi completamente teorica in mano ad uno studente di Ingegneria o di Matematica, Fisica, Chimica, Economia, loro secondo te quanto sarebbero stati attratti?

    La Guida è bella ma viene valutata secondo me solo da chi è consapevole da cosa soffre e ha la voglia di sconfiggere la malattia ma li manca la cura giusta e di conseguenza è in cerca di soluzioni da valutare…

    Questo è il mio opinione e le domande che mi sono posta e che so di certo che anche tu hai posto a te stesso prima di pubblicarlo. Non prenderla come critica, è semplicemente una mia visione personale.
    Ti auguro una bellissima e splendida giornata
    Il tuo capolavoro deve ancora arrivare :-)

    Con stima e rispetto
    Mirela

    • Ciao Mirela,
      grazie per la tua testimonianza: critica, ma puntuale :-)
      Non rispondo alle tue domande perché immagino che siano retoriche. Su un punto però ho insistito: non ho mai regalato o svenduto Start! Come spiegato anche nella pagina di presentazione, investire quei 19€ è il primo impegno che si prende con sé stessi. Questa semplice strategia mi ha permesso di avere lettori motivati (a maggior ragione se erano studenti universitari tipicamente squattrinati: ne so qualcosa!) ed evitare proprio quei rischi di cui parli.

      Utilizzo questo tipo di strategia per molti dei contenuti del blog (es. la lunghezza dei miei post). Metto delle vere e proprie barriere che disincentivano i lettori meno motivati e spingono invece ad impegnarsi seriamente quei lettori che vogliono davvero cambiare.

      A presto,
      Andrea.

  • Giuliana

    Caro Andrea, ho letto Start immediatamente dopo averla scaricata.
    Vi ho trovato diverse cose utili, in particolare mi è rimasta impressa la frase sulle due uniche possibilità: le scuse e i risultati. Continuo a ripetermela praticamente ogni giorno da quando l’ho letta. Naturalmente hai ragione quando dici che senza un impegno diretto da parte di chi legge, la guida è perfettamente inutile. Inoltre vorrei dire che trovo un po’ complesso ricordare tutti i passaggi che descrivi, nonostante i focus riassuntivi al termine di ciascuna sezione. Avrei senza dubbio bisogno di rileggerla più volte, ma per evitare di continuare a procrastinare ciò che devo realmente fare, mi sto astenendo dal soddisfare questa necessità. Molte delle cose che hai scritto me le ripetevo anche prima di leggerla: la soluzione alla procrastinazione, è non procrastinare. Per non procrastinare, bisogna fare ciò che si vorrebbe rimandare. Nel mio caso credo che le maggiori cause della rimandite siano legate alla difficoltà che trovo nell’avere le idee chiare sul come procedere (sto portando avanti una ricerca di dottorato su un tema che lega architettura, urbanistica e invecchiamento della popolazione).
    Ad ogni modo mi ha fatto piacere leggere le tue parole. Grazie!
    Una curiosità: sei stato un procrastinatore prima di essere studente universitario o durante? Come si può riuscire a terminare in tempi perfetti il ciclo di studi in ingegneria se si è davvero procrastinatori?!

  • Gabriele

    Ciao Andrea, complimenti innanzitutto sia per la guida che per il tuo percorso universitario e in bocca al lupo per la tua vita professionale. Scaricato e letto “Start”, ho iniziato col non procastinare la prima attività della giornata, che inevitabilmente influenza tutto il resto, cioè alzarsi dal letto. Da stamattina mezz’ora prima del solito e fortunatamente senza grandi fatiche o tecniche particolari. ciao!

    • Ciao Gabriele,
      mi ha fatto davvero piacere leggere il tuo commento ;-)

      Continua così, Andrea.

  • andre

    Ciao Andrea,

    Mi chiamo Andrea. Volevo ringraziarti per la guida che ho scaricato
    e letto tutta d’un fiato subito dopo averla scaricata
    (domenica scorsa)
    Stanotte (siccome ero ancora sveglio per un lavoro di traduzione)
    ho ricevuto il tuo ‘promemoria’.
    Ti volevo dire che non mi sarei mai immaginato di leggere una guida,
    seppur di poche pagine, in poche ore (ho fatto tutto domenica pomeriggio): credimi, forse sarò troppo ottimista ma per le condizioni – economiche e psicologiche-
    in cui mi trovo adesso, è un risultato enorme e inaspettato :)
    Adesso però più che mettere in pratica ho deciso di rileggerla per isolare le parti più interessanti. Ti sei guadagnato un lettore ;)
    Sicuramente ci risentiremo presto. Complimenti e GRAZIE per ora.
    Andrea

    • Ciao Andrea,
      grazie davvero per questo commento, molto apprezzato.
      Start! è stata “costruita” anche per aiutare il lettore ad eliminare l’abitudine a procrastinare proprio a partire dalla lettura della guida: mi fa piacere che abbia funzionata anche con te.
      Ricorda che ora inizia la parte più difficile: la pratica. E’ importante l’entusiasmo che hai ora, ma ricorda che un giorno potrà passare e il vero cambiamento arriverà quando sarai in grado di fare ciò che ti sei prefissato di fare, anche senza essere particolarmente motivato.

      A presto,
      Andrea.

  • Roberto

    ciao, ho trovato un link con un offerta per acquistare Start e Sm2 a un offerta speciale, ma non riesco a capire se è ancora valia??

    • Roberto

      ho molte aspettative riguardo a entrambe le guide, anche perchè mi aspettano dei mesi molto impegnativi e produttivi. Dopo 2 settimane di procrastinazione dissociativa (nel senso che essendomi autoimposto vari obbiettivi mi sono ritrovato con vari me che mi orinavano i agire e quini procrastinare nello stesso momento) sono arrivato al punto in cui non riuscivo nemmeno a decidere che strumento suonare o quanti caffè bere in una giornata XD. Leggendo gli estratti ho capito che sono un procrastinatore doc. Ho gia cominciato ad applicare la tecnica del “non fare niente” funziona! ho cercato la combo piu che altro per pagare tutti in un colpo solo, cosi devo pagare solo una commissione con paypal:) saluti

      • Mi fa piacere che gli estratti ti siano piaciuti, per chiarezza: paypal non addebita alcuna commissione a chi compra.
        Il prezzo indicato nelle pagine di vendita è il prezzo che viene addebitato sulla carta o conto paypal.
        Sono io a prendermi in carico l’IVA e le commissioni di paypal.

        Andrea.

    • Ciao Roberto,
      quel cog*?!ne che ha copiato il mio articolo ha copiato anche l’offerta che avevo fatto quella settimana.

      Non ho idea di cosa accada cliccando il link. Sm2 e Start! sono disponibili in vendita solo su EfficaceMente.com, se le trovate altrove si tratta di truffe.

      Andrea.

  • Michele

    Ciao Andrea, ho appena ricevuto l’invito a commentare, poi ho letto la tua richiesta di critiche quindi te la sarai cercata :P

    Ho acquistato l’ebook da 2 giorni, l’ho letto quasi tutto d’un fiato e mi sto mettendo sotto senza barare.
    Tento di smettere da circa 10 anni ma non ho mai trovato un metodo efficace.
    Con il contributo della lettura del tuo blog, da qualche mese ho ripreso gli studi e sto fronteggiando ogni giorno scuse e tentazioni.

    Riusciremo insieme a dimostrare con i fatti che io non merito una vita mediocre? Ci sentiamo tra 61 giorni, Grande Giove!!!

    • Ciao Michele,
      aspetto con curiosità i tuoi feedback.

      Andrea.

  • Giulia

    Eccomi qua! … guida letta sia in forma ridotta che integrale. Stampata quella integrale e rilegata… comprato un quadernone per rispondere ai 10 perché per disegnare il triangolo con l’obiettivo in vetta e appuntare le varie azioni e le abitudini nelle quali perseverare. Ci aggiorniamo tra 21, 42 e 63 giorni!! :-)

    • Grande Giulia,
      fammi sapere come va ;-)

      Andrea.

  • Luigi

    Ciao Andrea,
    ti devo dire grazie. Ho acquistato “Start!” e l’ho letto tutto d’un fiato.
    Inizio IMMEDIATAMENTE le 3 fasi.
    Grazie di cuore.
    Luigi.

    • Grande Luigi,
      ricorda, il vero allenamento inizia ora.

      Andrea.

  • Giorgio

    Ciao Andre sono un tuo lettore da 2 anni ormai, e volevo dirti che non avrei potuto fare un investimento migliore di Start! per completare tutte le cose iniziate e mai finite e che questa guida mi sta aiutando a vivere finalmente la vita dei miei sogni, un sentito GRAZIE

    • Ciao Giorgio,
      sono davvero felice che Start! ti abbia dato gli stimoli giusti per ripartire ;-)

      A presto,
      Andrea.

  • tiziana

    dove si compra?

  • Sara

    Ciao Andrea,
    Sono sul tuo blog da qualche giorno ma posso dire che mi piace già molto. Curato, disponibile, pratico e soprattutto.. utile! Ho capito che spendere del tempo a leggerti è praticamente un investimento, è motivante e allo stesso tempo mette di buon umore. Dato che ho appena iniziato il primo anno di università sono sicura che avrò bisogno dei tuoi articoli più che mai. E lungi da me la procrastinazione. :)

    • Ciao Sara,
      grazie del commento e benvenuta.

      Andrea.

  • Maria Giulia

    Ciao Andrea,

    mi sono avvicinata sia a Start! che APP dopo qualche anno che leggo cose riguardanti la crescita personale, la nascita di traumi nel passato, le tecniche orientali e gli studi americani. ;)
    E anche dopo che, solo ora mi tornano in mente!, persone per me significative (che siano amici o incontri casuali) mi hanno rivolto frasi come “è come se stessi con il freno a mano tirato”, o “ti auguro il meglio, ma non perderti in bicchieri d’acqua!”, e anche “…insomma è come se la tua mente ti dicesse -Maria Giulia, ok hai fatto questo e questo, ok la situazione è difficile..ma quel che fai non è abbastanza e finirai per sprecare la Vita-…che razza di amore per se stessi è questo?? L’atteggiamento più autodistruttivo e sciocco che abbia mai visto! :)eheh”. E infine, sorridendo, “ma dove te le leggi tutte ‘ste regole su cosa devi fare, in quali tempi, di cosa aver paura, e come finisce la storia se fai quel che dici? Che cos’è, un manuale invisibile di vita?? Ma va’…ricordati, JUST DO IT”.

    Insomma, ho riportato queste frasi per dirti che mi sono RITROVATA IN TUTTE le vocine e gli esempi di entrambi gli estratti che ho scaricato.

    Ho solo bisogno di chiederti una cosa, e perdonami se può sembrare perfettamente in linea con quegli atteggiamenti che dovrei cambiare.

    Andrea, sinceramente, pensi che se io proseguo questo percorso interiore (che comunque un po’ di tempo e energie prende) mentre lotto e vado avanti con la mia vita che devo sistemare e migliorare, abbia poi modo di sistemarla e migliorarla tale Vita?
    Vedi, ho tanti interessi e, come hai ben descritto tu, molte idee astratte…poi mi fermo ad ostacoli come “non ho i soldi, non ho il gruppo di persone, non ho 18 anni”.
    Di anni ne ho quasi 30…dimmi sinceramente se c’è ancora modo per me di aver fiducia in questo percorso in cui tanto credo, o se le tue guide non sono più pensate per chi è ancora all’università e con tutta una vita per crearsi….

    Grazie mille, e un abbraccio!

    MariaGiulia

    • Ciao Maria Giulia,
      per gli studenti universitari ho scritto una sola guida: Studia meno, Studia meglio, anche se tra questi lettori ha avuto molto successo anche Start!.
      APP al contrario è nata per rispondere alle esigenze di tutti gli altri lettori del blog, sopratutto quelli che dopo anni di scelte sbagliate e comportamenti negativi altrui si sono ritrovati con la fiducia sotto le scarpe. Il mio consiglio dunque è di focalizzarti proprio su questo manuale: si tratta di un vero e proprio (per)corso guidato, in cui settimana dopo settimana sarai guidata a riscoprire quel potenziale che è stato ricoperto da qualche dito di polvere di troppo. Come ti accorgerai poi, nonostante il titolo, il manuale va ben oltre il concetto di autostima ;-)

      Spero di aver risposto alla tua domanda,
      Andrea.

  • Vincenzo

    Letto in 2 giorni. Facile e scorrevole.
    Ti farò sapere i risultati tra 63 giorni!

  • Sham Tuki

    Caro Andrea,
    mi è arrivata la tua email anti procastinazione della lettura della
    guida lo stesso giorno in cui ho finito di leggere la guida Start! Mi ha fatto decisamente sentire fiera di me
    stessa ? è stata una bellissima
    lettura e ha aumentato i post-it sui miei muri dei concetti importanti che scrivi nelle
    tue guide e su EfficaceMente! Ora torno a studiare il mio esame di Fisica Teorica (16 crediti LoL) visto che i 5 min tra un pomodoro e l’altro sono finiti ;) Quando avró il risultato ti manderó una foto di come ho applicato Studia Meno Studia Meglio!

    Grazie mille per questo blog,

    Shaila

    • Bravissima Shaila! ;-)

    • Marco Roveda

      Ciao Shaila, sarei curioso di vedere come hai applicato SM^2 a fisica teorica, 16 crediti son un bel mattonazzo :)

  • Riccardo Rosignoli

    Dopo essermi ‘divorato’ molti articoli di efficacemente nel giro di due giorni ho acquistato Start!.
    Devo dire che non sono affatto pentito dell’acquisto. Ho ultimato la lettura tutta d’un fiato e nel giro di poche ore. Mi ha fornito elementi utili per comprendere meglio il mio problema di rimandite come la chiami tu e quindi capire come affrontarlo. A partire dal giorno stesso della lettura le mie giornate sono cambiate radicalmente. Ho messo ordine in casa, fatto le pulizie, concretizzato un ipotesi imprenditoriale con cui mi sto lanciando con un amico, abbiamo incontrato persone per lavoro, buttato giù i prospetti e iniziato a lavorarci. Inoltre siccome mi piace scrivere racconti sto portando avanti con maggior costanza i miei scritti e sono determinato a trovare un editore entro una settimana. Ho pure avviato un blog dove cerco di fare della mia passione per la casa, i lavori di ristrutturazione fai da te e il mio modo di pensare l’abitazione qualcosa di utile per gli altri e che possa magari darmi un reddito (ho letto tutti gli articoli su come creare un reddito passivo ecc! ) Insomma.. le mie giornate non sono mai state così attive. Trovo efficacemente di ispirazione. Sento che il mio destino è veramente nelle mie mani.

    • Caro Riccardo,
      grazie molte per questo commento :)

      Ora la sfida sarà mantenere questa motivazione e questo livello di produttività anche nei periodi storti, perché ti assicuro arriveranno: in questi casi ricordati di difendere i tuoi progressi.

      A presto,
      Andrea.

  • Ardit

    Caro Andrea, ho scelto di acquistare Start! dopo che da un po’ di tempo (troppo) mi rendevo sempre più conto che avevo il problema della procrastinazione. Allora ho deciso che era il momento di fare qualcosa, ho scommesso su Star!. Mi è piaciuto molto il modo in cui è scritto, il rapporto con il lettore è diretto e mi ha strappato un sorriso più di una volta. L’ho letto in un giorno, mi aveva preso, ogni mio comportamento era lì e ogni volta c’era la soluzione per debellarlo. Ottima guida e appena possibile prenderò anche gli altri e-book, soprattutto quello sullo studio, faccio l’università. Un saluto e tanti complimenti !

  • Anna

    Ciao! Ho messo in pratica Start! e sono pienamente soddisfatta. Questo commento è la riprova che funziona: un tempo avrei rimandato all’infinito…;)
    Il corso è chiaro, divertente ed…efficace! Anche impegnativo naturalmente, ma molto motivante e ben organizzato così non ci si stufa a metà. Adesso sono alle prese con APP: obiettivo vivere il resto della mia vita dando il massimo delle mie potenzialità!
    Grazie Andrea e buon lavoro!!

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide