EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

133.938
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

Vuoi avere un inglese fluente? Evita questi 2 errori

In questo articolo ti parlerò di due miti da sfatare sull’apprendimento delle lingue e l’unica strategia davvero efficace per avere un inglese fluente.

inglese fluente

“Parlare una seconda lingua è come avere una seconda anima.”

Carlo Magno.

Come appassionato di crescita personale ho iniziato a leggere libri e blog in lingua inglese da giovanissimo, appena diciottenne. Sono poi arrivate le serie americane, le varie certificazioni prese durante l’università e i test standard d’inglese fatti nei primi colloqui di lavoro.

Insomma, appena laureato, forse non avevo proprio un inglese fluente, ma ero comunque convinto di cavarmela piuttosto bene con la lingua di sua maestà Elisabetta II.

Questo finché non ho iniziato a lavorare per una multinazionale americana della consulenza.

Partecipare fin da stagista a progetti multi-country, conference call con clienti e colleghi stranieri, stesure di report e presentazioni in inglese, mi ha fatto realizzare quanto il mio inglese facesse ca**re (e che avrei dovuto cambiare approccio quanto prima).

Magari anche tu sei in una situazione simile in questo momento: hai il classico “inglese scolastico“, leggi e comprendi abbastanza bene e ti arrangi anche a parlarlo, ma se dovessi seguire delle lezioni, fare un colloquio o partecipare ad un meeting di lavoro IN INGLESE, ti ritroveresti nella me…lma.

…fuochino? Allora continua a leggere.

In questo articolo ti parlerò delle 2 balle spaziali che continuano a raccontarti sull’apprendimento dell’inglese e qual è invece l’unica vera strategia per migliorare il tuo inglese, anche se hai poco tempo per studiarlo.

Balla #1:”devi imparare le lingue come i bambini!

Pensa a come hai imparato l’italiano, quando eri piccolino. Non hai certo studiato la grammatica, eppure, ancor prima di frequentare le scuole elementari, lo parlavi già senza problemi. Insomma, hai semplicemente “assorbito” la lingua dall’ambiente esterno.

Perfetto! Basta replicare la stessa strategia per imparare l’inglese e siamo a cavallo, giusto?!

inglese-fluente-false

Cercare di “forzare” sugli adulti i metodi di apprendimento della lingua utilizzati in modo intuitivo dai bambini è una perdita di tempo e di soldi. Come spiegato dal Prof. Robert DeKeyser, esperto di second language acquisition dell’Università del Maryland:

“You cannot expect to just absorb language the way that a child does. Children are good at learning the underlining system of all the language input they get because they can infer the underlying patterns without understanding the rules. Adults must be conscientious of the rules of the language. Their implicit learning doesn’t work all that well.”

In parole povere, in età adulta non puoi aspettarti di “assorbire” la lingua come farebbe un bambino.

Durante l’infanzia infatti abbiamo la capacità di apprendere in modo intuitivo gli schemi linguistici, senza dover conoscere le regole grammaticali. Questa capacità però viene meno negli adulti, che invece hanno bisogno di studiare in modo cosciente i meccanismi linguistici.

Non solo.

Come dimostrato da Lisa Davidson, Professoressa associata di linguistica presso l’Università di New York, quando diventiamo adulti, siamo soggetti al cosiddetto “effetto interferenza“:

“When you’re a kid all you’re working at is acquiring a language, and you don’t have anything to get in the way of that. When you’re an adult and you already have a language, the one you already know filters sounds and you get substantial interference from it.”

Per i bambini imparare una lingua è un lavoro a tempo pieno, privo di distrazioni. Gli adulti invece, già conoscono una lingua e questa conoscenza interferisce con l’apprendimento della nuova lingua (a meno che non vengano utilizzate le strategie corrette).

Questo non significa certo che immergerti nell’inglese attraverso film, serie tv, podcast, blog, etc. ti faccia male: anzi. Ma se il tuo obiettivo è avere un inglese fluente, non puoi limitarti ad “assorbire” la lingua: non farai progressi significativi (chissà, magari te n’eri già accorto!).

Quando si parla di studio dell’inglese, esiste però una balla ancora più pericolosa…

Balla #2:”hai bisogno di un corso di inglese intensivo!

Quindi André, se quei metodi lì non funzionano, qui l’unica alternativa è un bel corso intensivo! 2-3 settimane di full immersion e passa la paura, giusto?!

inglese-fluente-false

Sarà almeno dagli anni ’90 che ci smaronano con i famosi “corsi intensivi di business english“. Ah, naturalmente c’è anche la variante per gli studenti: la famigerata “vacanza studio“! (Sì, hanno fatto buttare 2.000€ anche a me con la mitica vacanza studio a Londra -.-“).

Se dal punto di vista commerciale, questi “pacchetti” sono formidabili (ogni 2-3 settimane le scuole d’inglese hanno una nuova classe di studenti a cui spillare 2-3.000€), dal punto di vista dell’apprendimento della lingua sono alquanto inefficaci.

Come sottolinea nuovamente il Prof. DeKeyser:

“Intensive courses are a complete sham. The only way to learn a language is to make quite a bit of effort on a daily basis.”

Che potremmo tradurre in: “i corsi intensivi di lingua sono una completa farsa. L’unico modo per imparare una lingua è fare piccoli progressi quotidiani.

Eccoci finalmente arrivati al punto chiave, ripetiamolo perché è di fondamentale importanza:

L’unico modo per imparare una lingua è fare piccoli progressi quotidiani.

Se non sei più un bambino e hai poco tempo per studiare, non sarà un corso intensivo di lingua a risolvere i tuoi problemi d’inglese. Quello di cui hai bisogno sono brevi sessioni di studio, da ripetere quotidianamente e per un periodo di alcuni mesi.

Ok Andrè, tutto chiaro: se voglio diventare fluente in inglese, devo fare ‘sti piccoli progressi quotidiani! Quindi mi devo scaricare una di quelle app per principianti?! Ma io le basi le ho: tempo un paio di settimane e le app-giochino mi fanno venire il latte alle ginocchia! Du balle!

L’alternativa per avere un inglese fluente

Forse c’è un’alternativa che fa al caso tuo. Immagina un corso online…

  1. da poter seguire quando vuoi e dove vuoi (su computer, tablet, smartphone).
  2. composto da moduli quotidiani della durata massima di 15-20 minuti, sviluppati da esperti in second language acquisition specializzati presso l’Università di Oxford; moduli pensati per chi, come te, ha già le basi d’inglese ma vuole perfezionarlo.
  3. che includa delle sessioni live con tutor madrelingua certificati, che ti aiutino a fare pratica con il tuo speaking. In fondo, se vuoi parlare inglese, devi… parlarlo!.

Chi ha seguito gli aggiornamenti sul gruppo Facebook di EfficaceMente, sa bene che questo corso esiste e si chiama YES! Inglese – Inglese fluente in 90 giorni.

(Certo che Mastrota e le sue televendite di materassi, mi fanno una pippa! :-D )

Il progetto YES! Inglese è nato dalla collaborazione tra EfficaceMente e gli esperti di Fluentify.com: una delle più dinamiche start-up londinesi (di origine italiana) specializzate nell’apprendimento delle lingue online.

Se le hai provate tutte, ma continui ad avere un inglese maccheronico, che rischia di limitare le tue possibilità di accedere o crescere nel mondo del lavoro (e non solo), clicca il pulsantone arancione qui sotto e completa il test gratuito di YES! Inglese.

Ti servirà per capire qual è il tuo vero livello d’inglese e se YES! Inglese possa fare al tuo caso.

VAI al TEST GRATUITO di YES! Inglese

Completando il test (durata: meno di 10′) avrai anche accesso ad una serie di moduli gratuiti del corso, grazie ai quali migliorare da subito il tuo inglese e farti un’idea precisa di YES! e del suo approccio :-)

In questo progetto riconoscerai il solito tocco di EfficaceMente (ho curato personalmente i moduli di meta-learning e in generale la struttura del corso), ma avrai soprattutto accesso ad un team di esperti linguisti e tutor madrelingua grazie ai quali portare il tuo inglese ad un nuovo livello.

Ps. Sono curioso del punteggio che totalizzerai! Io dico che 100 su 100 lo faranno davvero in pochi! Se ti va, posta lo screenshot con l’email dei risultati nei commenti dell’articolo.

Accetti la sfida? Clicca il pulsantone e completa il test ;-)

VAI al TEST GRATUITO di YES! Inglese

Se dovessi avere problemi con i pulsanti, puoi accedere da questo link.

Noi ci risentiamo la prossima settimana con un nuovo post dedicato alla tua crescita personale ;-)

Foto tratta da Google Immagini.

Problemi con gli Esami?

Iscriviti alla Newsletter e scarica gli estratti delle mie Guide

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Potrai scaricare a gratise gli estratti delle mie Guide. In esclusiva per te, anche le Pillole di Efficacia: strategie rapide di Crescita Personale.

VOGLIO ISCRIVERMI 》
Già 133938 iscritti
Sarai dei nostri?
  • Architetto Giuseppe Barra

    Un bel messaggio promozionale :)

    Ho sempre sentito dire fino alla noia che l’inglese è importante e bla bla bla. Poi ho capito il perché. Uno dei motivi primari è perché ti apre al mondo perché è la lingua n.1 e le info migliori provengono dagli antipatici USA.

    Poi si sa, molti furbacchiotti prendono da mamma USA e ripropongono qui sparandosi le pose come se avessero il segreto della pietra filosofale.

    Grazie della dritta. Il tuo è sicuramente un consiglio autorevole.

    • :-)

      Sul fatto che l’inglese sia importante Giuseppe, non mi sembrava neanche il caso di ripeterlo: abbiamo già avuto modo di discutere insieme di quali orizzonti ti apra questa lingua.

      Grazie del commento, a presto…

  • Gloria Zatta

    Il buongiorno si vede dal mattino!
    Mi hai regalato un bel risveglio con il tuo articolo…
    Il tuo manuale in omaggio mi regalerà una splendida giornata
    E spero non solo! Grazie, Gloria

    • Bravissima Gloria, ti ho appena inviato all’indirizzo che hai indicato nel commento, il link per scaricare la tua copia omaggio di Start!

      Buona giornata e grazie del commento.

  • Serena

    58/100..

  • Vincenzo Silvano

    48/100… Andrea, mi hai aperto gli occhi! Sono da sempre appassionato di programmazione e questo limite nell’inglese mi ha sempre frenato, adesso basta!

    Sei il migliore. ;)

    • Ciao Vincenzo, grazie del commento :-)

      Considera che buona parte di chi ha un inglese scolastico, in questo test totalizza un punteggio compreso tra 50-75, quindi direi che le basi da cui partire ci sono.

      Beh sì, per la programmazione la conoscenza dell’inglese è imprescindibile.

      A presto,
      Andrea.

  • Caterina Cimmino

    Buongiorno Andrea! Non sarò la prima ma un tentativo non fa mai male…oggi poi è anche il mio compleanno quindi un regalo del genere sarebbe moooolto gradito ??

    • Innanzitutto BUON COMPLEANNO! :-)

      Per il resto, porca paletta, Gloria stamattina ci ha fregati entrambi! Una promessa è una promessa. Comunque complimenti anche a te per il risultato del test: c’erano almeno un paio di domande davvero difficili (non avrai mica sbirciato i risultati! :-D )

      • Caterina Cimmino

        Accidenti allo spumante di mezzanotte! XD lo dicevo io che dovevo andare a dormire alle 10! ?

      • Io comunque controllerei la tua casella email… chissà che non ci sia lo stesso un regalo di buon compleanno da parte di EfficaceMente ;-)

      • Caterina Cimmino

        Appena controllato! Grazie mille Andrea sei mitico ?!!

      • Letizia Tropiano

        Ehi ieri anche il mio di compleanno e non ho ricevuto nessun regalo! :(
        Si modalità frignona mode on! :P

      • Caterina Cimmino

        Se avessi la capacità di sbirciare i risultati di qualsiasi test andrei a fare gli esami senza ansia xD.

  • Buongiorno Andrea! Prima di tutto in bocca a lupo per questa nuova avventura;-) Sono totalmente d’accordo su questo: “The only way to learn a language is to make quite a bit of effort on a daily basis.” Every little effort counts! Anche se a volte ci sembra di non progredire nella velocità in cui speriamo, ogni piccolo sforzo conta! Nel corso degli anni ho imparato che non tutto è bianco o nero, perciò ti dico che ogni persona impara in modo diverso… C’è chi – da adulto – è riuscito ad acquisire delle lingue straniere in modo fluente senza studiare una regola di grammatica (vedi i tipi di Supermemo e quello di All Japanese All the time che forse sono l’eccezione allo studio da te citato), ma c’è anche chi studia prima la grammatica e il dizionario (letteralmente: vedi Emanuele Marini), e c’è anche chi come insegnante ha ottenuto dei risultati eccezionali trattando gli studenti in “a childlike way” (NOT: in a childish way), insegnando la grammatica in modo induttivo o insegnandola in modo poco esplicito incuriosendo gli studenti (vedi Lozanov, i suoi successori della Suggestopedia moderna e tanti altri insegnanti moderni). Detto questo, mi sa che a settembre, quando sarò più libero, proverò il corso, perché sono un po’ arrugginito con l’inglese;-)

    • Ciao Antonio,
      grazie davvero per questo commento puntuale.

      Confermo quanto hai scritto: “perciò ti dico che ogni persona impara in modo diverso”. Come ho avuto modo di discutere con gli esperti di Fluentify, la frequenza e la costanza nell’apprendimento sono i due ingredienti essenziali, ma poi ogni adulto risponde in maniera diversa a tecniche di apprendimento diverse.

      Per questo motivo all’interno di YES! abbiamo scelto di “attaccare” il lettore su più fronti: ci sono video-presentazioni, audio da ascoltare, video tratti da scene di film o quotidiane, test interattivi, esercizi fuori dagli schemi, etc.

      Diciamo che scopo del post era quello di ridimensionare alcune leggende metropolitane, ma come scritto, questo non significa ad esempio che ascoltare podcast faccia male! ;-)

      A presto.

      • Grazie a te per la risposta. Attaccare su più fronti e magari aggiungere “layers” alla stessa informazione in modo leggermente diverso (es.: se prima si ascolta, poi si legge e si ascolta, si rielabora – possibilmente con feedback – e a parole proprie quanto ascoltato, lo si trasforma, ecc.) sono davvero strategie efficaci e anti-noia! Perciò mi sento di dire: YES, enjoy the course! :-)

  • Daniel Boaretto

    Andrea ti ho smentito!!! :DD
    Ce l’ ho fatta! :)
    Dov’ è la copia gratuita di Start? ;)

    • Eh… sei arrivato tardi… ti hanno fregato almeno in 4! :-D

      • Daniel Boaretto

        Doh! :D

  • Jessica Cenni

    Anche se sono arrivata in ritardo, mi hai comunque regalato una bella botta di autostima! E dato che mi appresto giusto giusto ad iniziare lo studio per affrontare la mia ‘bestia nera’ degli esami universitari, non può che essere d’aiuto…Grazie Andrea e buona giornata!

  • Daniele Simone

    Fortunatamente il minimo è di 25 :) 38/100. Limite da colmare immediatamente. E’ una bellissima idea quella dei moduli giornalieri. Avere comunque una guida che ti dice cosa fare è la miglior cosa per imparare con ordine ed essere più continuo.

    Buona giornata.
    Daniele

  • Marzia Parmeggiani

    75 ..non male! Non sono troppo arrugginita..sono in grado di seguire il tuo nuovo corso :)

  • Jared Johnny Marcas

    Interessante la faccenda! Nonostante io odi l’inglese, in quanto non ritengo giusto utilizzare una lingua di una qualsiasi cultura diversa per parlare a livello internazionale (per questo spererei tanto in una rivalsa dell’Esperanto), purtroppo devo ammettere che, per ora, o lo sai o avrai grossi limiti…a quando il corso completo? :)

  • Caterina

    Tanti anni di studio di Inglese non sono stati vani e questo test lo conferma! :P
    Concordo con te Andrea riguardo le vacanze studio.. Sono una delle cose più “mangia soldi” per apprendere la lingua. Investire su qualcosa è importante, ma c’è un limite al tutto(soprattutto per i portafogli!).. Da studentessa universitaria sto progettando un tirocinio in un paese anglofono così da unire l’utile al dilettevole :D
    Buona giornata!

    • Caterina

      Ps: ecco qui la mail con il mio risultato ;-)

  • Diego Fiore

    Cazzarola il mio Inglese è alquanto SHISH!!! Credo farò bene a non perdere altro tempo

  • salvatore

    Il mio risultato è meglio non pubblicarlo.. Questa guida serve anche per chi, come me, non ha buone basi? Io sono fermo all’inglese scolastico quindi mi servirà partire da zero.

    • Se sei andato sotto 25, te lo sconsigliamo: non sarà una guida, ma un corso online di 76 moduli e lezioni live con tutor certificati :-)

      • salvatore

        Grazie mille della risposta.. Allora cercherò di migliorare il mio inglese così da poter seguire il corso

  • Ho fatto 78. Non me l’aspettavo, ero sicura di fare molto peggio. In verità è da un annetto circa che mi sono messa di impegno a leggere in inglese. Si vede che leggendo tanto un po’ alla volta ho assimilato più di quel che pensavo. Io ho questa conoscenza dell’inglese terribilmente sbilanciata. Lo leggo, ma capisco molto poco il parlato e non mi so esprimere se non con frasi da scuola elementare. Mi piacerebbe potere leggere con meno fatica, capire per bene un film e non paralizzarmi davanti alla sola idea di doverlo parlare.

  • Con un rene e un pezzettino di fegato dovresti cavartela ;-)

  • Adriana Gambacorta

    I did it! 100/100!

  • Agata Amato

    53/100 uff :(

  • gattolibero

    Ho fatto 85 e sono pure un po’ delusa… volevo 100 :-) !!! Comunque è molto interessante il tuo progetto, anche se per me il modo più efficace per imparare una lingua è relazionarmi con una persona. Che sia un insegnante di fiducia con cui mi trovo bene e che incontro di persona o che sia un amico straniero con cui sentirmi e scrivermi, per me non c’è nulla di sostituibile alla relazione umana. Al momento sto riattivando il mio tedesco parlando via skype ogni settimana con un ragazzo tedesco per un’ora e mezza, in cambio gli insegno l’italiano. Molto bello, ci troviamo bene come persone e abbiamo intenzione di andare avanti per almeno un anno, però anche in questo caso sento la mancanza del contatto diretto. Parlarsi di persona sarebbe tutta un’altra cosa e personalmente mi consente di assorbire la lingua molto di più.

  • Francesco

    Ciao! Trovo ottima l’iniziativa e molto interessante il sistema in cui è impostata. Ho solo trovato delle difficoltà con iphone 5s a rispondere alle domande del test sui modal verbs. I filmati di youtube dei film coprivano sempre le prime domande a risposta multipla non permettendo di cliccare sulla risposta. Potrebbe essere risolvibile mettendo i filmati su una pagina e le domande sulle successive, come nel test iniziale. Spero di averti dato un consiglio e ti ringrazio per la tua newsletter che è sempre illuminante!

  • Ambra Bertozzi

    85/100, sono più brava di quello che pensavo!! ahaha :D

  • Davide Rosato

    Un vergognoso 28!! Probabilmente è meglio che studi un pò.. Altro che corso online!! Comunque la struttura è interessante, sono convinto che sia un gran bel corso.. Anche se secondo me la cosa migliore per imparare è trasferirsi all’estero ed essere costretto tutti i giorni a parlare sentire e rapportarsi con gli altri ;) ciaooo

  • Ross

    90/100, uffa speravo di più! :(

  • Dario

    70/100… buon punto di partenza, ma mai accontentarsi, giusto? SI! anzi: YES!

  • Un onesto 68/100, pensavo peggio
    Difficili le domande 9 e 10 per me, francamente non ho capito che cosa mi stavano chiedendo :p
    In bocca al lupo per il nuovo progetto!

  • Matteo

    Buongiorno,
    innanzitutto complimenti per il sito!! resto perplesso dal punto 2! Volete dire che un mese di full immersion in una lingua non contribuisce a spostare la lancetta verso l’alto significativamente (arrivando già con un livello intermedio si capisce!)? Mi sembra assai strano in quanto è un pò come sostenere che studiare per un mese in preparazione ad un esame è inefficace… per quanto sia elevata la complessità di un esame, non raggiunge la vastità di una lingua su questo siamo d’accordo, ma mi sembra esagerato etichettare un esperienza così come “useless” (per rimanere in tema :))

    • Ciao Matteo, il Prof. DeKeyser fa riferimento ai famosi corsi intensivi da 2-3 settimane, che ti promettono di migliorare magicamente il tuo inglese con sessioni estenuanti di 2-3 ore ogni 2 giorni. Pacchetti che trovi pubblicizzati anche qui in Italia.

      Sì sì, la lancetta in quel periodo si muove pure… ma torna indietro altrettanto velocemente: la lingua ha bisogno di sedimentarsi. Imparare una lingua non è come studiare per un esame: una lingua è una forma di comunicazione “viva” che necessita un assorbimento graduale, costante e frequente.

      Grazie del commento.

      • Matteo

        Ha beh alla magia credo poco, ma inizialmente è dura ammettere che devi farti il mazzo!! :) Diciamo che, dopo una preparazione costante, un corso all’estero può essere la “ciliegina sulla torta” in vista di un’esame di valutazione no?

      • Se devi fare un corso tradizionale, che ti serve andare a Londra? A niente: fidati, ci sono passato. Se vuoi fare una full immersion seria, devi andare in un paesino sconosciuto della Gran Bretagna per 3 mesi… quella sì che è la ciliegina sulla torta ;-)

  • stefano

    Ciao Andrea! Volevo una rassicurazione sul corso YES!
    Come metodo e come è strutturato mi piace molto, infatti penso che lo seguirò.
    Solo un dubbio:
    il 18 Luglio per tipo una settimana vado in viaggio e visto che vado fuori italia, la connessione internet non l’avrò.
    Va bene fermarsi una settimana e poi riprendere il percorso?
    oppure è meglio aspettare dopo il viaggio?

    • Ciao Stefano,
      una volta acquistato, il corso è vostro a vita e lo potete interrompere, riprendere, rivedere quando e quanto volete: non c’è obbligo di frequenza o altro :-)

      L’unico limite che abbiamo imposto è all’inizio: invece di avere accesso a TUTTI i moduli, li sbloccheremo gradualmente. Questo per evitare quelle inutili abbuffate iniziali, che spesso si tramutano in nulla di fatto.

      Lo scopo principale è farvi creare l’abitudine dell’inglese.

      Detto questo, ripeto: l’accesso al corso è A VITA: una volta comprato lo potete iniziare quando volete, interrompere, riprendere, rifare, etc. Questo vale anche per le sessioni live con i tutor, che potrete programmare nelle date e negli orari che più vi saranno comodi.

      Spero di aver chiarito ogni dubbio.

      Andrea.

      Ps. se pensi di prenderlo, allora ti consiglio di prenderlo il 22 giugno, all’apertura delle iscrizioni. Le condizioni che proporremo nelle prime 24h non le ripeteremo in futuro.

  • Aliss

    Ciao Andrea! Io ho ottenuto come punteggio 63 su 100. Che dici, è abbastanza buono? Non sono proprio netta netta vero?? :D
    Te lo chiedo perché il vostro corso arriva proprio al momento giusto: gran parte delle cose le capisco anche se mi perdo nelle sintassi delle frasi (io tendo a tradurre letteralmente in italiano). Inoltre mi piacerebbe continuare gli studi facendo una magistrale in inglese, ma mi sento poco portata e poco sicura del mio inglese. Tu cosa pensi? Per affrontare degli studi completamente in lingua straniera serve un livello di inglese piuttosto alto? (ok che sulla carta ho un B1 pieno quasi B2, ma io mi sento molto inferiore a tale punteggio)
    Grazie!!

    • Ciao Aliss, eh le varie certificazioni di lingua non sempre corrispondono alla nostra reale conoscenza della lingua. Ti confermo che con 63 sei perfettamente in target per seguire YES! Inglese.

      La mia ragazza ha seguito un corso magistrale interamente in lingua inglese ed effettivamente i primi mesi, nonostante avesse un inglese molto buono, ha faticato: quindi sì, se vuoi seguire lezioni e dare esami tutti in inglese (scritti ed orali), dovrai necessariamente lavorare sul tuo inglese.

      Andrea.

  • Francesco

    Ciao, essendo interessato all’acquisto del corso in promozione, volevo chiederti un chiarimento: come si potrà sviluppare il Listening? Ti domando questo perché sui video relativi al test sui verbi modali ho capito quasi tutto, sul video del test d’ingresso invece non ho capito quasi niente della seconda metà! Volevo sapere come questo corso potrà permettermi di capire al meglio l’inglese parlato veloce!
    Grazie, non sapevo dove poterti chiedere informazioni quindi ho scritto qui!
    In bocca al lupo!

  • giu

    una domanda al volo, nella email di YES dici che si possono imparare “1.449 vocaboli inglesi in 13 minuti” però non ho capito dove andare per leggere questo metodo, o è un barbatrucco che si scopre solo dopo che si aquista la guida?

    • Sì Giulio, ti confermo che è tra le strategie proposte nel corso, direi che l’email è piuttosto chiara a riguardo, niente barbatrucchi: “Voglio fare una scommessa con chi si iscriverà a YES! domani. Scommetto che applicando la strategia spiegata nel modulo 6 della settimana 4, riuscirai ad apprendere 1.449 vocaboli inglesi in 13 minuti. Accetti?”

  • Michele Scioli

    buongiorno Andrea vi sono delle date precise per potersi iscrivere al corso? Come si procede? grazie

  • Luca

    Buongiorno Andrea, leggevo i commenti e sembra ci sia una soglia minima sotto la quale non conviene frequentare… io ho preso 50; il corso è (s)consigliato? :-) grazie!

    • Ciao Luca, sì, ti confermo che il test d’ingresso serve proprio per avere un feedback immediato sul fatto che sia il caso di frequentare YES! o meno.

      La soglia minima, come indicato nell’email dei risultati, è 25. 50 è un punteggio buono: considera che la media di tutti i lettori di EfficaceMente è 48.

  • Carlo Agenta

    Andrea, perchè non avete pensato a qualcosa anche per chi ha un livello di inglese ancora molto scolastico? Io non riesco a capire più di tanto Talene. Certo potrei comprare il corso comunque pensando al futuro ma non so come alzare il mio livello base così da poter partire con il piede giusto in yes inglese.

  • Silvia

    Buu 70 /100 :P speravo di più. Mi sa che è ora di rimettersi in pista :D

  • Wanie

    Ho fatto il test e sono in attesa della mail con i risultati, ma poi come funziona?
    Nel senso: mi si è aperta la pagina in cui compare “Iscrizione confermata”, ma per i moduli non gratuiti come funziona?e se non volessi procedere con il corso?

    • Ciao Wanie, se hai confermato l’iscrizione e hai ricevuto l’email con i risultati, nei prossimi giorni riceverai l’accesso ai moduli gratuiti e tutte le info sul corso completo.

  • tubefamp

    salve, ho fatto il test e ho ottenuto 95 su 100. Questo corso sarà utile per aumentare il mio livello o al termine del corso rimango uguale? perchè ormai la grammatica la so abbastanza bene e ascolto già molti podcast in inglese. Cosa mi consigli?

    • La domanda è… sei in grado di parlarlo in modo fluente? Il punteggio (ottimo) che hai ottenuto significa che hai superato il test d’ingresso. YES! infatti non è per principianti: è pensato per chi ha già delle basi e vuole passare al livello successivo. L’inglese fluente. Non a caso include sessioni live con tutor madrelingua certificati.

      Spero di aver risposto alla tua domanda.

  • Nad Nad

    Quanto costa il corso di yes inglese? da che punteggio è consigliabile farlo? Grazie.

  • Mara Daniela Ursu

    Ciao, io sono rumena e, due anni fa quando sono arrivata in Italia, parlavo fluente inglese. Adesso ho dovuto imparare italiano, e sinceramente faccio prima in italiano che l’inglese. La cosa è che anche inglese ho imparato dalla televisione, pratticamente il mio cervello ha imparato da solo quando guardavo i filmi e dopo ho aprofondito a scuola e cosi e successo anche con italiano. Il nostro cervelloè molto capace, più di quanto ci siamo accorti… in bocca al lupo!

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide