EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

201.791
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

Guerriero, Amante, Mago e Re: scopri il tuo archetipo

Avatar di Andrea Giuliodori di Andrea Giuliodori Home » Crescita Personale 117 commenti

Crescita personale significa innanzitutto maturazione. Scopri il tuo archetipo e diventa l’uomo (o la donna) che dovresti essere.

archetipo

“Maturità significa non dover chiedere il permesso a nessuno per realizzare noi stessi.”

M. Williamson.

Arche che?! Ma che ti sei inventato oggi Andre’?! Senti, parla come magni, che a me piacciono le cose semplici ed immediate. Vediamo di sparare poche psicocazzate e di concentrarci sul pratico.

Ti è mai successo di non aver chiara la tua direzione nella vita, di non sentirti realizzato e magari di avere una scarsa autostima? Questo può essere legato ad una mancata maturazione: non importa che tu abbia 20, 30 o 40 anni, se continui a comportarti come un frigno-frignonis è probabile che tu non abbia ancora acquisito quei modelli di comportamento tipici dell’età adulta.

Scopo di questa serie di articoli è aiutarti a capire cosa sono e quali sono gli archetipi dell’essere umano adulto, ma soprattutto come puoi “assorbirli” per portare a compimento il tuo percorso di maturazione e crescita personale.

Archetipi, riti di passaggio e crescita personale

Fin dall’alba dei tempi, la maturazione degli esseri umani è avvenuta attraverso chiari riti di passaggio: se ne trova traccia nella stragrande maggioranza delle culture del passato. Nella nostra società questi riti di passaggio sono stati fortemente depotenziati, lasciando che frotte di eterni bambini arrivassero a 30, 40 e addirittura 50 anni, con il loro carico di inadeguatezza, ansia ed immaturità.

Lo scopo primario di questi riti di passaggio era trasmettere quei modelli comportamentali e di pensiero che caratterizzano l’essere umano adulto, ovvero gli archetipi. Il concetto di archetipo è dunque fondamentale per la tua crescita personale: puoi imparare le regole per fare soldi, puoi imparare i migliori trucchi di produttività personale, o magari puoi imparare a memorizzare un libro di 200 pagine in 40 minuti, ma se non diventerai mai un vero uomo (o una vera donna) queste abilità saranno sempre e solo fini a sé stesse, meri strumenti per la tua continua ricerca di approvazione da parte degli altri.

Nel post di oggi introdurremo i 4 archetipi chiave (Guerriero, Amante, Mago, Re) e il loro funzionamento. Nelle prossime settimane, vedremo nel dettaglio i singoli archetipi, le loro caratteristiche (compresi i “lati oscuri”), ma soprattutto vedremo le azioni pratiche che puoi adottare fin da subito per assorbire questi archetipi. A conclusione della mini-serie troverai anche un test per scoprire il tuo archetipo dominante.

I 4 archetipi dell’essere umano adulto

Il concetto di archetipo è ben noto in psicologia ed è stato utilizzato per la prima volta da Carl Gustav Jung. A partire dagli studi di Jung sono stati sviluppati diversi modelli psicologici basati sugli archetipi: uno dei più famosi, e molto utilizzato nel marketing, è quello ideato dalla Dott.ssa  Pearson, che prevede addirittura 12 differenti archetipi umani. Per questa serie di post mi sono invece ispirato a quanto trattato nel testo King, Warrior, Magician, Lover: Rediscovering the Archetypes of the Mature Masculine scritto negli anni ’90 dallo psicologo jungiano Robert Moore e dal mitologo (non mitomane!!!) Douglas Gillette.

Il libro è incentrato sullo sviluppo della personalità maschile. Tuttavia, diversi studi hanno dimostrato come i tratti salienti dei 4 archetipi chiave individuati da Moore ben si adattano anche alla personalità femminile. Secondo gli autori di KWML esistono dunque 4 archetipi fondamentali che descrivono il comportamento dell’essere umano adulto:

Il Guerriero

archetipo guerriero

Coraggio, disciplina, distacco emotivo, resilienza, forza metale e fisica: queste sono le caratteristiche chiave dell’archetipo del Guerriero. Presente nella maggior parte della mitologia antica, la figura del guerriero è ancora oggi riproposta in svariate sfumature grazie alla filmografia hoollywodiana. Il guerriero è un servitore del re, di cui segue le strategie. La sua forza risiede nell’allenamento costante e nella sua resistenza alle avversità.

L’Amante

archetipo amante

L’amore per il bello, la gratitudine, l’apprezzamento per i piaceri della vita: questi sono i tratti salienti dell’archetipo dell’Amante. Un’altra caratteristica fondamentale dell’amante è la capacità di relazionarsi con gli altri, di dare conforto e trasmettere positività. Nell’immaginario comune viene spesso raffigurato l’amore romantico, ovvero quello vissuto tra due persone; in realtà l’archetipo dell’amante si lega maggiormente al concetto di amore universale.

Il Mago

archetipo mago

Saggezza, intuizione, conoscenza, capacità di apprendimento: l’archetipo del Mago rappresenta la classica figura mitologica del saggio. Ma il mago non è soltanto un vecchio con la barba e anni di esperienza alle spalle, il mago è anche colui che è in grado di creare il proprio destino, forgiandolo a proprio piacere. Da questo punto di vista, nell’era moderna l’archetipo del mago è ben rappresentato dagli imprenditori di successo e creativi à la Steve Jobs.

Il Re

archetipo re

autorevolezza, capacità di ispirare, carisma, assertività (ricorda questa parola perché ne parleremo presto), leadership: l’archetipo del Re (o della Regina) è un archetipo inclusivo, nel senso che racchiude in sé e sintetizza le caratteristiche chiave degli altri archetipi oltre ad aggiungerne di proprie, come la capacità di guidare ed ispirare gli altri. Questo archetipo è tanto completo quanto a rischio di essere risucchiato dal “lato oscuro” del’archetipo ombra (vediamo ora di cosa si tratta).

La struttura dell’archetipo

Secondo Moore ognuno dei 4 archetipi appena descritti è formato da 3 parti: la piena e completa espressione dell’archetipo e due “ombre” opposte che ne rappresentano il lato oscuro. Ti faccio un disegnino così ci capiamo subito senza tanti giri di parole.

struttura archetipo

Se vuoi sviluppare appieno un archetipo, devi innanzitutto essere in grado di trovare un punto di equilibrio tra le due “ombre” che lo contraddistinguono, senza cadere nella trappola di impegnarti troppo poco nello sviluppo della tua personalità o al contrario di portare tali tratti caratteriali all’eccesso. Ancora una volta, crescita personale è sinonimo di “via di mezzo”. Comunque non ti preoccupare: analizzando i singoli archetipi vedremo quali sono i possibili rischi del lato oscuro e le azioni pratiche per evitare anche queste trappole.

La forma matura e la forma immatura dell’archetipo

L’ultimo aspetto del modello dei 4 archetipi di Moore, e quello con cui chiudiamo questo post introduttivo sull’argomento, riguarda il livello di maturazione dell’archetipo. Secondo Moore, non è possibile abbracciare appieno un archetipo se prima non lo si è vissuto nella sua forma “adolescenziale”. Ecco un altro schemino per capirci al volo:

maturazione archetipo

Ad ognuno dei 4 archetipi adulti (Guerriero, Amante, Mago, Re), corrisponde un archetipo “bambino”, nella classica forma tripartita: al Guerriero corrisponde l’Eroe, all’Amante corrisponde Edipo, al Mago corrisponde il Bambino precoce, al Re corrisponde il Bambino divino. Non si può accedere all’archetipo adulto se prima non si è maturato appieno l’archetipo bambino, ovvero non si sono superate le sue ombre: questo dovrebbe avvenire in fase adolescenziale, ma oggi non è sorprendente trovare “adolescenti” di 20-30 anni. Nell’analisi di dettaglio dei singoli archetipi vedremo anche come gestire questo delicato passaggio.

Beh, come va? Sei frastornato? Mi rendo conto che in questo post abbiamo trattato molti argomenti, magari non tutti digeribili al primo colpo, ma il messaggio che ho voluto trasmetterti è in realtà molto semplice: se vuoi diventare un vero uomo (donna) non basta qualche tecnicuccia di crescita personale, pescata qua e là. Per realizzare appieno il tuo percorso di maturazione devi assorbire i tratti salienti degli archetipi che da millenni contraddistinguono la storia dell’umanità. Solo attraverso uno sviluppo completo della tua personalità potrai infatti imparare a vivere con la consapevolezza delle tue capacità, con una chiara direzione di vita e con quella motivazione necessaria per conquistare le tue mete più ambiziose.

Fammi sapere nei commenti o con i pulsantini social cosa ne pensi di questo articolo introduttivo sugli archetipi dell’essere umano adulto: il tuo feedback è molto importante.

Clicca e leggi gli altri articoli di questa mini-serie

Foto tratte da google immagini

Problemi con gli Esami?

Iscriviti alla Newsletter e scarica gli estratti delle mie Guide

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Potrai scaricare a gratise gli estratti delle mie Guide. In esclusiva per te, anche le Pillole di Efficacia: strategie rapide di Crescita Personale.

VOGLIO ISCRIVERMI 》
Già 201791 iscritti
Sarai dei nostri?

117 Commenti. Lascia un Commento!

  1. Avatar di Mindwhile

    Mindwhile

    ha detto:

    Primo commento? :D
    Sbaglio o esiste anche un test per vedere a quale dei quattro si é piu vicino? O magari mi confondo con qualche altra classificazione

    Rispondi
    • Avatar di Andrea

      Non conosco questo test Mindwhile, anche perché gli archetipi sono un insieme di modalità di comportamento e di pensiero e non delle vere e proprie personalità definite. Ci tengo però a sottolineare 2 punti:
      1) se non abbiamo raggiunto un buon stato di maturazione è molto più probabile che stiamo ricalcando un qualche archetipo bambino, piuttosto che un archetipo adulto. A nessuno piace ammetterlo, ma se non lo si accetta difficilmente si riesce a fare il passaggio successivo.
      2) anche se possiamo essere ispirati da uno specifico archetipo e possiamo identificarci maggiormente in esso, il punto non è tanto capire qual è il nostro archetipo (sì lo so, nel titolo dell’articolo gioco su questo aspetto), quanto piuttosto sviluppare i tratti salienti di tutti e 4 gli archetipi

      Rispondi
      • Avatar di riccardo

        riccardo

        ha detto:

        Un saluto ad Andrea e a voi tutti che scrivete..ho trovato questo articolo tra i più interessanti del blog..forse anche perchè cerco una risposta per me, capire chi sono e dove voglio andare..proprio per questo ho iniziato una spasmodica ricerca in rete per avere qualche risposta in più, ed ho trovato questo test..spero possa essere di aiuto per qualcuno.. http://www.archetipi.org/questionario-archetipi

      • Avatar di Andrea

        Grazie Riccardo,
        il test che hai trovato se non sbaglio fa riferimento al modello dei 12 archetipi di Pearson. In questa serie di articoli propongo un modello diverso, ma soprattutto un approccio diverso: i test della personalità sono spesso imprecisi e abbastanza inutili. Gli archetipi che propongo sono invece modelli a cui aspirare, qualsiasi sia il nostro punto di partenza. Alcuni dei 4 archetipi risuoneranno maggiormente con la nostra personalità, ma tutti e 4 rivestono un ruolo fondamentale per una corretta maturazione.

        Andrea.

  2. Avatar di Lila
    Lila ha detto:

    bello! mi piace moltissimo questo inizio.. e aspetto i prossimi sviluppi.
    Grazie, e buon “lavoro”.

    Rispondi
  3. Avatar di Simone

    Simone

    ha detto:

    Andrea, questo è uno dei migliori cliffhanger della storia della crescita personale! Adesso come farò ad aspettare 3 settimane, prima che ci sarà l’articolo sul Mago? :)

    Rispondi
    • Avatar di Andrea

      Oh, dovrò inventarmi qualcosa di carino per suscitare interesse dopo quasi 5 anni di EfficaceMente ;-)

      Rispondi
  4. Avatar di Marco

    Marco

    ha detto:

    “Maturità significa non dover chiedere il permesso a nessuno per realizzare noi stessi.”
    Quanto mi piace questa frase… :)
    Sono convinto che la maturazione di una persona cosi’ come il successo sia un percorso step by step che richiede molta autodisciplina..
    La maturazione la si raggiunge facendo nostro un determinato stile di vita che ci porta a vedere le cose in un determinato modo,appunto quello dell’archetipo :)

    Un abbraccio

    Marco

    Rispondi
    • Avatar di Andrea

      Ottima analisi Marco, vedo che hai colto lo spirito di questo articolo introduttivo.

      Andrea.

      Rispondi
  5. Avatar di maia

    maia

    ha detto:

    Mi riconosco nell’archetipo dell’amante, ma è possibile che nel tempo si cambi?

    Rispondi
    • Avatar di Andrea

      Ciao Maia,
      gli archetipi non sono qualcosa di innato, al contrario, sono modelli a cui dovremmo ispirare, possibilmente maturandoli tutti e 4 in modo maturo. Quindi se si è raggiunto un livello di maturazione che ci fa identificare con 1 di questi 4 archetipi, non solo è possibile che si cambi, ma è auspicabile coltivare anche i tratti salienti degli altri archetipi.

      Andrea.

      Rispondi
  6. Mostra altri commenti

Lascia un Commento!

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide