EfficaceMente

Crescita Personale: esempi pratici

176.003
Iscritti
ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide

Il segreto del Maestro Yoda per avere successo

Avatar di Andrea Giuliodori di Andrea Giuliodori Home » Crescita Personale 80 commenti

Se vuoi avere successo devi smetterla di ripetere gli stessi errori. Soprattutto questo.

avere successo

“Fare o non fare. Non c’è provare.”

Maestro Yoda.

In queste settimane sono stato dilaniato da un atroce dubbio: andare a vedere l’ultimo episodio della saga di Twilight o rivedere Star Wars?

La scelta è stata molto sofferta e mi ha impegnato per quasi 0.02 lunghissimi secondi. Ma alla fine ho scelto Guerre Stellari e l’articolo di oggi è stato ispirato da uno dei personaggi più emblematici: Yoda.

Andre… fai poco lo spiritoso! Faccio parte del fan club ufficiale di Twilight e se ne parli male ti mando 1.000 ragazzine urlanti con il poster di Robert Pattinson nudo sotto casa!

Ok, ok, la smetto! Ma come siamo permalosi… è il lunedì mattina eh?!

Comunque, non perdiamoci in inutili faide tra saghe! Oggi siamo qui per qualcosa di diverso. Siamo qui per capire perché, nonostante i tuoi sforzi e nonostante gli innumerevoli tentativi, tu non riesca a raggiungere quel maledetto obiettivo (sì, sì, hai capito di cosa sto parlando).

Per avere successo non basta… provare

Una delle mie scene preferite dell’intera saga di Star Wars è la memorabile sequenza in cui il Maestro Yoda sta insegnando al giovane Skywalker ad usare la Forza.

Fino a quel momento, Luke era riuscito ad utilizzare con successo la Forza per muovere delle piccole pietre. Ma il Maestro Yoda decide di dargli un obiettivo ambizioso: recuperare la navetta spaziale affondata nella palude. Luke considera l’impresa impossibile: un conto è sollevare qualche pietra, un conto e far riemergere un’intera navetta spaziale! Ma il Maestro Yoda spiega al suo giovane allievo che la differenza è solo nella sua mente.

Luke, non troppo convinto, decide di… provarci. Ecco cosa risponde il saggio Yoda:

Tu quante volte ti sei detto “ci proverò“?

Beh… quel “ci proverò” è il principale errore che stai facendo nella rincorsa dei tuoi traguardi. Quel “ci proverò” ti sta tenendo lontano dai tuoi obiettivi. Quel “ci proverò” ti sta facendo fallire puntualmente ogni volta che tenti.

Dire a te stesso “ci proverò“, significa lasciare aperta la porta alla possibilità del fallimento: hai così paura di non farcela che per placare l’ansia dell’insuccesso ti racconti la scusa del “ci proverò“. In fondo se fallirai potrai sempre dire a te stesso e agli altri di… averci provato. Giusto? Nessuno può prendersela con uno che ci ha provato? Sarebbe come picchiare qualcuno con gli occhiali!

Anche tu vuoi… provarci? O hai finalmente deciso che vuoi realizzare il tuo obiettivo?

Se sei uno che “ci prova“, puoi anche smettere di leggere questo articolo: detto tra noi… ci hai provato, questa non è roba per te, se non sei riuscito a raggiungere il tuo obiettivo finora non è certo stata colpa tua (sia mai!) ed il prossimo paragrafo non farà alcuna differenza.

Se al contrario sei uno che ne ha le pale piene di provarci e fallire, se sei uno che ha deciso di cambiare, ma di cambiare veramente, beh… stampati bene nella mente le prossime frasi.

Smettila di provarci

Una cosa o decidi di farla o decidi di non farla. Punto. Non ci sono alternative. Sì, vabbé Andre: ne so quanto prima. Stringi, stringi, cosa dovrei fare in pratica?! Ecco alcuni consigli pratici per vivere appieno la lezione del Maestro Yoda:

  • Decidi. Non è un caso se nel precedente post ti ho fornito un modello per prendere decisioni. Se vuoi davvero avere successo, devi innanzitutto decidere qual è il tuo obiettivo, senza ripensamenti, senza tentennamenti, senza marce indietro. Decidi, prenditi il tempo necessario e fallo in modo ponderato, ma una volta che hai preso la tua decisione, impegnati al 100% per seguire questa strada. Questo significa anche “bruciare le navi alle tue spalle“. Solo nel momento in cui sei disposto a rinunciare definitivamente a tutte le altre alternative, stai rendendo concreta l’unica alternativa rimasta.
  • Elimina. Conosci la Legge di Curly? Finché continuerai a dividerti tra 1.000 obiettivi difficilmente ne realizzerai 1. Concentrati su 1 solo obiettivo ed elimina tutto il resto. Focalizzati al 100% su questa meta. Cos’è che vuoi davvero ottenere? Vuoi ritrovare il tuo peso ideale? Vuoi fare soldi? Vuoi smettere di fumare? Vuoi laurearti con 110 e lode? Qual è quell’obiettivo che avrà l’impatto più rilevante nella tua vita da qui a 5 anni? Cos’è che vuoi veramente? Dedica il tuo tempo, la tua attenzione e le tue risorse a questo obiettivo ed elimina tutto il resto… almeno in un primo momento.
  • Agisci. Fare o non fare. Fare o non fare. Fare o non fare. Voglio ripeterti questa frase perché ti rimanga ben impressa nella mente. Una cosa o la fai, o non la fai. Provarci equivale a non fare. Questo significa che ogni volta che ti dedichi al tuo obiettivo devi farlo applicando i principi della pratica deliberata. Per tornare in forma non basta iscriversi in palestra: devi allenarti ogni volta come se avessi al tuo fianco il Sergente Hartman di “Full Metal Jacket”. Per cambiare la tua condizione finanziaria non basta lamentarti della crisi ed aspettare che qualcuno risolva il problema per te: devi ingegnarti come Tom Hanks in “Cast Away”. Per superare i tuoi esami non basta studiacchiare di tanto in tanto mentre aspetti la risposta del tuo migliore amico su Facebook: devi studiare con lo stesso entusiasmo degli studenti de “L’Attimo Fuggente”.

So di essere stato duro, a tratti antipatico, in questo articolo (gli espertoni la chiamano assertività). E’ stata una scelta deliberata: le favolette sono per quelli che ci provano. La cruda realtà è per quelli che fanno.

P.s. Ehi… su Twilight naturalmente stavo scherzando: rispetto molto questa sag(r)a! XD

P.p.s. Ma te lo immagini se avessi scelto Twilight?! Oggi ti saresti ritrovato con un articolo del tipo: “Diventare un vampiro in 5 semplici mosse” oppure “Il segreto per avere l’espressività di Kristen Stewart“. Lo so, lo so… non vedi l’ora che li pubblichi ;-)

Buona settimana.

Foto di Alex Abian

Problemi con gli Esami?

Iscriviti alla Newsletter e scarica gli estratti delle mie Guide

Iscriviti alla newsletter di EfficaceMente! Potrai scaricare a gratise gli estratti delle mie Guide. In esclusiva per te, anche le Pillole di Efficacia: strategie rapide di Crescita Personale.

VOGLIO ISCRIVERMI 》
Già 176003 iscritti
Sarai dei nostri?

80 Commenti. Lascia un Commento!

  1. Avatar di Cesare

    Cesare

    ha detto:

    Bellissimo articolo, il maestro Yoda non sbaglia mai e questa sua frase mi sta guidando nel percorso universitario insieme al Sergente Maggiore Hartman; visto che hai profanato una Sacra Saga come Guerre Stellari scrivendo la parola Twilighr nello stesso sito internet, mi permetto di citare il buon Homer Simpson (tale frase l’ho trovata in una dispensa/compendio di diritto penale fatta da un gruppo di studenti): “hai provato ed hai miseramente fallito? Il segreto: non provare mai”! Lo spirito con cui l’ha detto non è certo lo stesso del Sommo Yoda, ma noi lo interpretiamo in tal senso! Ciao Andrea e buona settimana!
    “Crepi Ho Chi Min, viva il corpo dei marines”!! (cit.)

    Rispondi
    • Avatar di Andrea

      Ciao Cesare,
      grazie mille per il commento… mi hai fatto ricordare la mitica frase di Homer! ,-)

      Rispondi
  2. Avatar di Luca

    Luca

    ha detto:

    Interessante !

    Rispondi
  3. Avatar di Fabio

    Fabio

    ha detto:

    Ciao Andrea, e’ da qualche settimana che ho cominciato a seguire il tuo forum e i tuoi consigli. Non voglio divulgarmi in ringraziamenti e complimenti vari. Mi limito solo a dirti GRAZIE. In questo periodo mi sei stato di grande aiuto.

    Rispondi
  4. Avatar di Claudio
    Claudio ha detto:

    Yoda un mito! Voglio rivedermi la saga (almeno i vecchi 3). alla luce di quello che sono oggi chissà cosa ne riscopro…

    Mi hai ricordato quando ero allievo counselore e ci sperimentavamo, davanti ai maestri con gli allievi più giovani che ci facevano da cavie.

    Quando volevamo invitare un allievo a SPERIMENTARE una esperienza dovevamo stare molto attenti a evitare di dire “vuoi provare”! Sembrava astratto… ma quanti “No” fioccavano dopo avere formulato la frase in quel modo!!!

    Sperimentare non è ancora il massimo, ma il “fallimento” non è più il luce. In qualsiasi caso fai una ESPERIENZA e già quella è arricchente! Devo dire che funzionava di più!

    Ho voglia di rivedermi la saga! Strano… Preferisco rivedermi dei film che ho già visto che.. la saga anzi sagra di twilight…

    :)ciao

    Rispondi
    • Avatar di Andrea

      Ciao Claudio,
      sì, ti consiglio assolutamente di rivederti Star Wars: sono certo coglierai messaggi che ti erano sfuggiti alla prima visione.

      Andrea.

      Rispondi
      • Avatar di Claudio
        Claudio ha detto:

        ho recuperato la mia triologia in dvd… :)

        che la forza sia con te!

  5. Avatar di Marcello

    Marcello

    ha detto:

    Mitico Yoda! Decisamente o si fa o non si fa. Ad ogni evento a cui è richiesta un minimo di preparazione, meglio semmai fare le prove, che è diverso da provare a fare.
    Ciao :)

    Rispondi
    • Avatar di Andrea

      Ecco… il concetto di pratica non va mai sottovalutato. Mi piace quello che hai detto: fare le prove, invece che provare a fare.

      Rispondi
  6. Mostra altri commenti

Lascia un Commento!

ISCRIVIMI 》
Iscriviti! ...e non perdere i nuovi articoli
In regalo per te gli estratti delle mie Guide