2 min

Ciao, buon lunedì.

L’altro giorno ho pubblicato nel gruppo Facebook di EfficaceMente un post particolarmente apprezzato (lo trovi qui sotto).

Riflettendoci durante il weekend, mi sono però accorto di aver dimenticato un passaggio fondamentale; un passaggio che oggi vorrei condividere con gli iscritti alla newsletter del lunedì.

Continua a leggere…

Nei libri di crescita personale e finanziaria si sente spesso parlare dell’interesse composto (compound interest) e del suo formidabile potere.

Se ad esempio mio padre avesse investito 10.000 € sull’indice americano S&P 500 l’anno della mia nascita, nel 1982, oggi quell’investimento varrebbe 374,043.43 €.

Capito Babbo?! ?

Il bello poi è che questo principio può essere applicato con altrettanta efficacia a molti altri ambiti.

Se ad esempio ci alleniamo con costanza, nelle prime settimane difficilmente vedremo chissà quali progressi, ma andando avanti con tenacia per mesi o addirittura anni, l’interesse composto delle centinaia di allenamenti fatti entrerà in azione e il nostro corpo sarà completamente trasformato.

Detto questo, si parla troppo poco del suo risvolto della medaglia, quello che potremmo chiamare il…

disinteresse composto.

Se infatti è vero che le piccole abitudini positive che compiamo ogni giorno possono portare a grandi risultati, è altrettanto vero che le piccole abitudini negative che costellano le nostre giornate (e di cui siamo a malapena consapevoli) possono portare anch’esse, nel lungo periodo, a grandi risultati sfavorevoli.

Ed è così che…

– La singola sigaretta non ci uccide, ma fumare ogni giorno mette terribilmente in pericolo la nostra salute.

– Il singolo dolce non ci fa ingrassare, ma mangiare troppo e male ogni giorno ci fa metter su peso e può essere causa di malattie metaboliche.

– La singola distrazione non compromette i nostri obiettivi, ma distrarci continuamente indebolisce la nostra capacità di concentrazione e ci fa perdere occasioni importanti nella vita.

Insomma, nella nostra vita l’interesse e il disinteresse composto sono sempre in azione, anche in questo preciso istante, ma vedremo i loro risultati solo in un lontano futuro.

Spetta dunque a noi scegliere, oggi stesso, di quale interesse (o disinteresse) vogliamo cogliere i futuri frutti.

…ed è proprio qui che ho dimenticato un passaggio fondamentale.

Se dopo aver letto queste parole affronterai la giornata con un nuovo atteggiamento e compiendo nuove scelte (positive), il mio post ti sarà stato utile solo a metà.

Quello che deciderai di fare oggi, sarà al contempo fondamentale e irrilevante.

Sarà fondamentale se rappresenterà l’inizio di un nuovo corso per la tua vita.

Ma sarà irrilevante se si dimostrerà un semplice fuoco di paglia.

A fare la vera differenza nella tua vita non è l’impegno “eroico” di un giorno, ma la capacità di esercitare quell’impegno ogni santo giorno, per settimane e mesi interi.

Della differenza tra una scintilla che non va da nessuna parte e una tenue fiamma che, sapientemente alimentata, si trasforma in un incendio indomabile parleremo nello specifico nella terza lezione del pre-corso gratuito a cui avranno accesso gli iscritti alla lista di attesa di Fattore “T”.

Se non sai ancora cos’è Fattore “T” e non sei iscritto alla lista di attesa, puoi farlo da questa pagina:

Cos’è Fattore “T” (clicca qui)

A lunedì prossimo.

Andrea Giuliodori.

Registrati gratis per continuare a leggere. Iscrivendoti riceverai anche l’esclusiva newsletter del lunedì di EfficaceMente

Altri lettori trovano interessante